Home

Tradizioni

Lascia un commento

Mi spiaceva far cambiare pagina a questi.
Ma siamo all’ultimo dell’anno ed ho una tradizione da rispettare.

Però ho anche trovato questo.

Guardatelo fino alla fine, fino all’ultimo secondo.
Fidatevi.

E come da tradizione.


Tanti auguri di finire bene l’anno vecchio e cominciare ancora meglio quello nuovo.
Annunci

Notizie fresche, o quasi.

Lascia un commento

Ed il terzo Hobbit è arrivato.

Veramente è arrivato ieri, ma ho preferito attendere l’annuncio ufficiale.

^_^

Ben arrivato.

Ora la squadra di scherma è pronta.
Questa ve la spiego a gennaio, forse.

Ma lo fai davvero?

Lascia un commento

Mi è arrivato questo sms.
Solo il titolo:

Ma lo fai davvero?

Ho chiesto cosa facevo sul serio.
Al che mi hanno domandato da quanto tempo mi alleno per l’arrampicata sul campanile.
E lì ho capito.

Qualcuno a caso, *& #, deve essere passato davanti ad uno dei cartelli che pubblicizzava l’evento del sei di gennaio.
Per le quattro del pomeriggio è previsto l’arrivo della befana nella piazza cittadina, e stando al promo…dovrebbe scendere dal campanile.

A voi due solo carbone.
E non di quello dolce da mangiare.
Bestiole!

^_^

Vado, devo ancora collaudare la nimbus, e il sei gennaio arriva alla svelta.

Prima il nipote o la nonna?

Lascia un commento

Premessa.
Mia nonna ama molto i giochi a quiz preserali, quelli prima del telegiornale per intenderci.
Uno dei suddetti giochi prevede che si indovini una parola allacciandola alle altre 5 che vengono date.

Mio fratello si diverte, quando gli viene in mente la parola a mandarmi un sms in cui mi dice la sua risposta.
Le prime volte ho pure perso tempo a dirgli che io non lo stavo guardando.
Poi ho smesso, se vuole sprecare dieci centesimi chi sono io per impedirglielo.
Ma quando lo vedo di persona glielo ricordo.
“Guarda che non lo guardo!”
“Meglio così se la sbaglio non lo sai!”

Guardo mia nonna, e le domando se a volte ci azzecca.
Sua replica.
“Ah non me lo ricordo mica.”

Sempre complice la veccetta!

^_^

Perchè questo post ora?
Perchè mi è appena arrivato un sms con l’ennesima risposta, e per fortuna ho la tv spenta, o la tentazione di controllare poteva venirmi.

Il titolo?
Picchio prima il nipote o la nonna?

Ok nessuno dei due.
Una perché è un’adorabile vecchietta e poi mi sentirei in colpa, l’altro… perché le prenderei io se solo ci provassi.

^_^

Fetentemente

Lascia un commento

Titolo strano?
Vediamo di spiegare.
Sono un paio d’anni che avviso più o meno velatamente.
E quest’anno forse hanno iniziato a capirla. Dato che ne ho ricevuti ben pochi a cui non rispondere.

Chi mi legge gli auguri li ha ricevuti.
Chi mi sente nel corso dell’anno anche.
Chi si fa vivo solo nei periodi festivi, e non mi legge, no.

Silenzio totale.
Ho risparmiato i 10 centesimi degli sms.

Tranne per tre persone.
Una che so che non mi legge e quindi era mia decenza farmi viva, ma con questa persona ci sentiamo almeno una volta al mese, se non di più, quindi non rientra nel novero di quelle che sento solo per le feste.
E l’altra perché il messaggio ricevuto non era un prestampato: Tanti auguri a te ed alla tua famiglia.
Quelli mandati a tutti i contatti in rubrica senza manco guardare a chi mandi.

No, questa persona ha personalizzato il messaggio con qualcosa che riguardava me sola, un PS particolare.
E a questa persona ho risposto, e solo a lei.

Quando mi dicono: Ma sai è Natale si deve rispondere a tutti quelli che ti fanno gli auguri.
Io mi domando perché dovrei rispondere a degli auguri che non potrebbero essere più impersonali.
Sì e difficile ricordarsi di tutti.
E non lo pretendo certo.

Ma se devo rispondere a gente che si ricorda di avere il mio numero in rubrica solo a Natale, insulto quelli che si fanno vivi durante l’anno e di cui magari mi scordo io. ^_^
E non solo per rispondere a dei miei messaggi, ma che chiamano loro quando non mi sentono per un po’.

Sono ovviamente esentati quelli che leggendomi in giro per il web sanno, o credono di sapere, come sto.

Ah… avevo scritto tre persone e ho parlato solo di due?

La terza persona ha in famiglia dei compleanni sotto Natale e Santo Stefano, praticamente faccio gli auguri per i compleanni e ci aggiungo quelli delle feste.
Anche perché la terza persona ha la sfortuna di vedermi quasi ogni giorno, non ci servono gli sms per i contatti.

E per capodanno credo che il cellulare finirà spento come lo scorso anno, solo che stavolta non devo avvisare nessuno.

Lo sanno già.

Capito il titolo ora?
Non si può proprio dire che io non sia personcina fetente.
Quindi fetentemente scrivo sotto Natale esattamente come faccio nel resto dell’anno, anzi quando mi si avvicinano troppo con il miele rischiano grosso.
Ripassate dopo le feste.
È più sicuro.

Buona settimana.

Stavolta non lo faccio io.

Lascia un commento

Negli anni passati di questo periodo andavo via di oroscopi per farmi e farvi fare due risate.

Quest’anno avevo deciso di cambiare e di non farlo.
Poi sono capitata su un post in cui si parla di astrologia, e l’ho trovato molto più divertente.

Così stavolta il post oroscopeggiante lo trovate qui.

Grazie Fayaway.

Indagini…

1 commento

Vi è mai capitato di cercare di rintracciare qualcuno?

No, non cose da chi l’ha visto e similia, proprio solo aver smarrito un numero di telefono e tentare di ritrovarlo.
O avere un vecchio numero a cui non risponde nessuno e domandarsi: Sarà mica successo qualcosa?

Già, a volte capita.
Specialmente quando i contatti li tiene solo una persona della famiglia, le vecchiette di casa.
I figli ed i nipoti sono in altre faccende affacendati.
Ma sapendo che la madre o la nonna tiene i contatti non hanno tutti i torti, anche io lascio alla mia vecchia l’incarico di fare da filo conduttore con zii e cugini che si fanno vivi solo per le feste comandate.
Ed anche con gli altri a dire il vero.

Però se a quel numero non risponde più nessuno, un paio di domande te le poni.
E provi a rintracciare figli e nipoti della suddetta anziana signora*.
E trovare foto di cuginetti, che non sono più etti da un pezzo, sparpagliate per il web, foto di premiazioni ad incontri di Karate, per fare un esempio.

E lì scopri quanti anni sono passati, che quel frugoletto che tenevi sulle ginocchia canticchiandogli filastrocche ora è alto quasi due metri.
Che la piccolina che ti chiedeva di raccontarle ancora una volta l’ennesima fiaba, ora le fiabe le racconta lei ai suoi piccolini.
Erano tutte cose che sapevi, eri stata messa al corrente di battesimi, comunioni, cresime, matrimoni.
(Pure dei divorzi, ma quello non era esattamente nel novero delle belle notizie)
Ma vederli grandi di colpo.

Le indagini a volte riservano delle sorprese.
Anche se credevi di conoscere già bene lo scorrere del tempo, certe fotografie lo rendono evidente al di la di ogni dubbio.

E tutto per una ricerca.

*AH,Tutto ok, rintracciata, aveva cambiato numero e non le avevano ancora allacciato il nuovo telefono.

Older Entries