Home

Lascia un commento

Senza titolo, perché onestamente non me ne viene mezzo.
L’etichetta del post dice politica, dovrebbe dire anche copia ed incolla visto che è un pezzo che ho scritto ieri sera mentre seguivo le notizie del voto e leggevo i commenti altrui.
Da qui.

Altro

Annunci

Lauree

Lascia un commento

Ci sono persone che la loro laurea la ricordano così.
Non aprite quel link se siete ad un passo dal laurearvi, e anche se vi siete appena laureati. 
Ecco.
Altro

Nevica un po’

Lascia un commento

Ogni fiocco è un ricordo.
Di inverni passati insieme da bambine, di sere vicino alla stufa mentre il paiolo con la polenta sobbolliva.
Del nonno che come te amava le nevicate. 
E tu sei andata troppo presto là con lui.
Delle risate per tutte le volte che cadevo sugli sci e non riuscivo a rialzarmi, se rideva qualcun altro lo avrei insultato, ma tu potevi ridere quanto ti pareva. 
Concessioni tra cugine.
Altro

Chiavi di ricerca abituali

Lascia un commento


Continuano a capitare sul blog cercando: 

“Due cose son infinite l’ignoranza e l’universo, ho dei dubbi sul secondo.” A.Einstein


Sospetto che il mio blog sia una semplice conferma dell’ignoranza
infinita, però mi piacerebbe che passassero da altre parti ogni tanto.

Uffa!

470 invece di 570… perché?

Lascia un commento

La prossima volta che sento nominare il Minnesota temo che cercherò il quadratino dove mettere la crocetta. 
Circa 500 domande. 
Meno di un’ora. 
Pare che la norma sia dall’ora all’ora e mezza per la compilazione. 
Vai a spiegare che io leggo velocemente. 
Forse troppo. 

No, voi non volete sapere di cosa sto parlando. 
E se anche lo volete sapere, io non ve lo dico. 
Ho già scritto troppo.

Distrazioni e programmazioni

Lascia un commento

No, non vi sto per propinare l’ennesimo papiro su come e quando programmo i post sul blog.
Si tratta di un’altra cosa, sempre papiro però.
Tempo fa, sembrano passati mesi, ma penso siano passate solo alcune settimane, mi è arrivata una mail da forumcomunity dove mi avvertivano che mi avrebbero cancellato il forum per il basso numero di commenti e via di seguito.
Quello dove ho messo solo le fanfiction.
Mi sono irritata, specialmente pensando a quei forum che restano attivi grazie a qualche giochino, da me vietato, ma passo per invidiosa… di cosa non mi è chiaro, ma pazienza.
Io non vado in giro per il web a spammare il mio più di tanto, chi non segue il mio blog o altri account che uso potrebbe persino chiedersi di che cosa sto parlando, visto che ne scrivo solo dove la gente non è obbligata a leggermi.
Niente di che, l’irritazione mi era pure passata subito, mi era rimasto giusto un vago senso di fastidio verso chi mi diceva: “Ma è logico che te lo chiudano.”
Non che chi lo dicesse avesse torto, ma ero io la prima ad aver colto che le ragioni per la chiusura c’erano.
E l’avevo pure scritto che lo capivo.
Poi l’altro ieri l’ennesima persona che scrivendo mi dice: “Spostale altrove e mettile al sicuro”
Ho sintetizzato, ma il senso era quello.
Avevo bisogno di qualcosa di futile che mi tenesse la mente impegnata qualche ora e ho deciso di dare retta a chi lo diceva, anche se so bene che i miei sgorbi sono solo spreco di banda.
Così ho sistemato le fanfiction in quello che ho chiamato L’Archivio.
Siccome erano un po’ tante le ho spezzettate, almeno quelle lunghe.
Dall’altro ieri, fino a fine marzo, alle 19e45* un pezzetto o una fanfiction si posterà.
Avviso ai lettori di vecchia data: non ci sta niente di nuovo.
Pure gli errori grammaticali li ho lasciati lì, banale copincollaggio di cose già postate.
Avviso ai lettori che non hanno mai letto le mie cavolate sui telefilm: non sentitevi obbligati a leggerle.
Alcune sono di un deprimente che la metà basta, per capirci: nemmeno io le ho rilette.

Comprensione e reazione

Lascia un commento

La notizia di ieri era che il papa ha dato le dimissioni.
Su FanBrodo ho commentato subito.
Poi mi sono presa un po’ di tempo per la reazione di mia nonna.
In primo luogo ci ha messo qualche istante a capire cosa fosse capitato, oh era dal 1400 che il papa cambiava solo col decesso di chi era in carica e mia nonna è sì vecchia, ma non così tanto da ricordarselo.
Una volta capito che ha detto basta per stanchezza ha esclamato che lei gli avrebbe tirato una sberla, poteva ben non accettare l’incarico dall’inizio.
Ora… lo so che sembra che la ho imbeccata io, ma vi assicuro che non c’entro, ah sì lei lo ha detto in veneto.
Quando si irrita le torna l’idioma natio.
Quindi dovrei avvisare il papa dimissionario che è meglio che non passi dalle nostre parti, o le busca.
Tanto ora di domani se lo è bello che scordato, famiglia di anticlericali che non siamo altro. ^_^


Sì adesso la pianto.



Post programmato lunedì pomeriggio

Older Entries