Home

P come Preavviso

Lascia un commento

Quello che io non ho dato a Spiessli prima di chiuderle la porta del blog.
Non le ho detto niente, era una decisione già presa, ma era in partenza per le ferie e non volevo rovinargliele.
E di rovinarle il rientro non te ne è importato?
O prima o dopo lo avrebbe saputo. 
Aprirà una sua pagina. E dirà peste e corna di te.Potessi le darei una mano!
Ne avrebbe ben donde, il fatto è che penso che avrà di meglio da fare che criticarmi. Mi ha detto più volte che potevo farlo, lo ho fatto.
Sei peggio di una certa rete televisiva… loro licenziano via twitter… tu via post.
Ehy… mica era assunta sul blog lei; quì si scrive gratis!
Buon per lei, a lavorare per te ci sta da rovinarsi il fegato.
E lavorare con me è anche peggio.
La consapevolezza è una buona cosa, ma dovresti imparare che da sola non basta.
Da sola basti te… ed avanzi pure.

Questo è poco, ma sicuro. Vedi di spiegarle: mai lasciare sospesi.
Oh lasciamo perdere le citazioni a sto giro eh.

Post programmato per l’autopostatura il primo ottobre… qualche giorno fa.
La voglia di scrivere si è presa una pausa, ragioni personali, ma al multiplo di 5 per settembre c’ero già arrivata.
E lo sapete: io sono una pignola rompiscatole.

Annunci

O come Oggi

1 commento

Oggi mio fratello compie 50 anni.
Ricordate?
Avevo detto: solo i numeri tondi e i multipli di 5… e questo li è entrambi.

Auguri!

N come Novità

Lascia un commento

Meno di un anno fa aprivo a Spiessli le porte del blog, invitandola a scrivere quando, e se, gliene veniva voglia.
Adesso le tolgo la possibilità di farlo.
Senza nemmeno darle una spiegazione, forse glielo dico quando arrivo alla zeta.
Ma lo dico a lei, non a voi.
Voi manco vi accorgevate di chi scriveva i post!

Bastano 10 minuti…

Lascia un commento

…per volta.
Ero a leggere twitter, dal pc perché dal cellulare non posso, ma forse anche potessi lo eviterei… effetto cavigliera assicurato.
Di solito ci metto un po’ recupero i vecchi messaggi, guardo qualche fotografia e rispondo a qualcuno.
Con tweetdeck è un poco più comodo, vedi nella stessa pagina anche chi eventualmente risponde a te e così se hai tempo, e voglia, puoi replicare.
Però vedi anche chi parla con gli altri, nel senso che prima solo dalla home page di twitter vedevo solo i messaggi se seguivo entrambi i twitteratori ora no.
Vi spiego, dalla home di twitter se io seguivo Jane Cole leggevo i suoi tweet senza destinatario e quelli destinati a me, o quelli che lei destina a gente che seguo, ma non vedevo quelli che lei inviava a gente che io non seguivo.
Quindi vedevo quando replicava ad Elasti, ma perché io seguo anche Elasti.
Non avrei mai visto una risposta a pincopallino che non seguivo.
Invece con tweetdeck vedo anche quelle; da una parte è come fare una chiacchierata tutti insieme, ma dall’altra è quella sensazione che a volte provi quando sei in un locale pubblico, o nello scompartimento di un treno, e al tuo fianco parlano a voce alta, troppo alta, e tu ne faresti a meno di farti gli affari loro.
Da una parte ti dici: va bene, se ne parlano non gliene importa niente che li sentono altri.
Dall’altro lato ti domandi quanto si rendano veramente conto di essere in un luogo pubblico.
E quelli che mi dicono ma tu origli?
No io non origlio, ma sapete che ci sta gente che sull’ascoltare il prossimo ci ha scritto dei libri e li ha pure venduti bene?
Gente che bazzica anche twitter eh! (Se Severgnini passa dal mio blog io faccio una brutta fine, ma tanto non mi legge!)
Diavolo… scrivere un libro con i tweet più interessanti e curiosi?
Uhm… penso che ci abbiano già pensato.
Al solito, sono arrivata con l’ultimo treno.
I dieci minuti del titolo?
Sono il tempo che concedo a twitter quando mi connetto, dieci minuti alla volta, poi stacco.
Senza manco salutare chi magari stava a leggere, non sempre… spesso.
No, non per maleducazione, semplicemente il mio pc spesso si riavvia da solo e se salutassi ogni volta quando poi non lo faccio magari ci sta chi si preoccupa, così invece non è un abitudine quotidiana e non ci fanno caso.
Ok passo da maleducata, ma meglio quello che ricevere allo spegnimento del pc un paio di sms dal tenore: Stai bene? Ho fatto qualcosa che non va? 
Capitava con msn anni fa, preferisco evitare che capiti con twitter.
Nessuna nuova, buona nuova ok? (anche se non sempre è vero!)
Anche a scrivere il post mi ci sono voluti 10 minuti.
Forse è meglio se prima di pubblicarlo lo rileggo.
Chissà i macelli fatti andando di fretta.
Fa niente. Mica scrivo di mestiere io.
E ti credo… mica sai scrivere te.
Grazie Enza… sempre gentile!
Sto qui apposta.

M come Mattino

3 commenti

La prossima volta al mattino certe cose.
La carta d’indentità scadeva oggi, dopo 5 anni me lo ero completamente scordato, eh sì che quando la ho fatta c’era anche stato un piccolo dibattitto sul fatto che non me lo sarei scordato visto che era il compleanno di uno famoso.
E invece… il 21 settembre è arrivato e io mi sono bellamente scordata che la mia carta era in scadenza.
Pensando di aver tempo fino alle quattro del pomeriggio verso le tre ho fatto un giro all’anagrafe, va bene erano le tre e mezza.
Veloce esperienza con quelle simpatiche macchinette per le fototessere, con tanto di voce che dice:”Va bene la foto? Hai altri due tentativi.”
Mia replica, ad alta voce così fuori dallo stabiotto hanno capito che chi era dentro era più fuori di loro:”Ciccia la mia faccia non migliora anche se ne faccio trenta di tentativi, quindi buona la prima e non se ne parli più.”
(santo sarcasmo… no non ve la faccio vedere la mia fototessera. Fidatevi sulla parola.)
Dopodiché mi reco nell’edificio accanto e… lo trovo chiuso.
Vado alle informazioni e sorpresa: “L’anagrafe chiude alle 15.20”
Ecco spiegato titolo ed inizio del post.
Solo che io stamattina me lo ero scordato – già detto vero? – e oggi speravo di fare in tempo a tenermi quella data lì.
Invece niente da fare, tocca passare domani mattina adesso vado a controllare la lista di quelli famosi nati il 22 di settembre, di non famosi ne conosco già un paio che se leggono mi ricordano loro la scadenza: magari con un calcione ben assestato!
No, non ho amici ed amiche con tendenze violente, almeno non che io sappia, era di nuovo il sarcasmo di sopra. Spero.


Ma da voi, si dico voi trebarraquattro lettori a che ora chiude l’anagrafe?

Aggiornamento al 22. (Non mi pareva il caso di scrivere un nuovo post)
Stamattina sono andata, fatto tutto e… sorpresa:
La scadenza resta al 21/9.
Nella parte interna sta scritta la data in cui si è aggiornato il documento il 22 appunto, mentre nel retro ci sta la scadenza 21/09/2021.

E io per dieci anni mi devo tenere quella fototessera là? argh! 
Fa niente. Ci sta di peggio scritto là in cima.
Disoccupata ad esempio.
Quello è molto peggio della mia fotografia.
😦

L come Logorrea

Lascia un commento

La settimana scorsa, sì l’undici, la mia mamma ha compiuto 72 anni, la cosa ha provocato un pelo di sconcerto… vi spiego lei entra nel mio anno di nascita e io sono entrata nel suo.
Faccio due conti e noto che la cosa si riverificherà tra molti anni con mio fratello, quando ho aggiunto forse 😉 lui ha fatto un gesto che non vi ripeto, mia nonna si è sentita tagliata fuori dalla cosa ed ha messo il broncio, finché non le ho detto che quando uno dei suoi pronipoti farà 20 anni avranno lo stesso scambio.
(Il fatto che ne manchino parecchi anni non la perplime per niente, mica ha fretta lei.)
Cosa c’entra il titolo?
Che saltando di palo in frasca, o palofrascando che si fa prima, abbiamo chiacchierato io, mia mamma e mia nonna per quasi un’ora, va bene… parlavo sempre io, dopo che mio fratello è andato via… prima era lui a tenere banco.
Ad un certo punto dico a mia madre che mi spiace di aver monopolizzato la conversazione e lei tutta tranquilla mi fa: non importa sono una buona ascoltatrice.
Io so che non mi posso fidare e le dico: va bene mi fai un riassunto di quello che ho detto? Almeno gli argomenti?
Ahem… la domanda di riserva non ci sta? Sai che non sono brava a riassumere, ma ti ho ascoltato, davvero.
Ok dimmi almeno una cosa che ti ricordi.
Me la ha detta.
Sto ancora ridendo mentre lo scrivo.
Ha orecchio per i dettagli.
Come? Cosa si ricordava?
Ve lo spiego poi.
Forse.

Non mi ero scordata…

Lascia un commento

… del sondaggio sulle fanfiction che avevo aperto tempo fa.
Non avevo detto cosa avevo deciso.
Ma ve lo dico ora, le posto solo nel mio angolino.
Basta andare a postare in giro per gli altri forum.
Un posteggio basta, ed avanza pure.
Grazie a chi sprecherà qualche minuto per lasciarmi un commento, una critica, una pernacchia. 
Là o qui nei commenti fa lo stesso.

Older Entries