Home

Avevo detto basta?

2 commenti

E quando mai io mantengo le promesse?

Queste arrivano da CM.
Direttamente da questo topic, mi andava di riprovervele.

Non metto di chi sono le citazioni, vediamo se le indovinate, o andate di Google.

“Meglio essere violenti se c’è violenza nel nostro cuore, che mettersi il mantello della non violenza per mascherare la debbolezza.”


“Sono contrario alla violenza, perché se apparentemente fa del bene, il bene è solo temporaneo, mentre il male che fa è permanente.”




“Le favole non dicono ai bambini che esistono i draghi,i bambini già sanno che esistono,le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere uccisi.”

Questa era invece in un promo pubblicitario di un telefilm che non guardavo, ma mi colpì la frase.



“Alla fine non ricorderemo le parole dei nostri nemici, ma i silenzi degli amici.”

So che per alcuni vuol dire che i silenzi degli amici alla fine fanno più male delle cattiverie dei nemici, mi sono letta l’intero discorso, o perlomeno la sua traduzione, e ho capito che chi l’ha detta quella frase stava pensando la stessa cosa mia, a volte un silenzio condiviso vale mille parole.

Chi era?
Googlate.
Vorrete mica che vi passo sempre i link?

Anche perchè in questo caso i link sono veramente tanti e se ve ne passo uno a discapito di altri credo sarebbe sbagliato.

Sperando che ai signori King, Ghandi e Chesterton non secchi che non ho messo i loro nomi sotto ogni citazione.

Tre nomi quattro citazioni?
Indovinate a chi ne ho prese in prestito due, ah non possono partecipare al quiz quelli che vedono CM, siete troppo avvantaggiati gente!

Accenti…

Lascia un commento

No, stavolta non è un post sulla grammatica come l’altra volta che ho usato il medesimo titolo.
E non devo nemmeno parlare di dialetti.

No… non avete notato l’etichetta?

Esatto, telefilm e per la precisione un errore di doppiaggio, o di adattamento che dir si voglia.

Ora tralasciando quando per la metrica del labiale modificano parte del testo, quando non ne modificano il senso in toto, ma lì è proprio un errore di quelli grossi come una casa.

Tipo Abby che dice a Gibbs che non sa cosa vuol dire una frase in latino, e lui che le dice nemmeno io… quando in inglese avevano detto l’opposto, lei traduceva la frase dicendo: Vuol dire… e lui le diceva Lo so!

Ecco quello proprio è grosso come una casa, e chi ascolta manco lo immagina, e si domanda come facevano a non saperlo, in Italiano.

No quello sugli accenti è più piccolo, ma stona lo stesso.

Un nome con l’accento sulla vocale sbagliata.
Mi suonava strano la prima volta che l’ho sentito, ma mi ero detta che magari agli americani dell’accento giusto di un nome di assonanza francese poteva anche non importare, un esempio: l’attrice Lisa Eldstin(Lisa Cuddy in House MD) pronuncia il suo nome come è scritto, ma la pronuncia corretta, dal tedesco sarebbe Eldstain… quindi non vi badai.

Poi ho sentito la versione USA del telefilm, e lo chiamano con l’accento corretto sulla E e non sulla O.
Traduco, gli adattatori del doppiaggio non hanno manco avvisato i doppiatori che stavano sbagliando?

Ma i doppiatori italiani non erano i meglio del mondo?

Oh datevi una svegliata, perché mi state facendo rivalutare i sottotitoli.

Ok… prima di beccarmi una querela dall’associazione italiana doppiatori.
Non sono la sola ad essersi infastidita, per un Fòyet al posto di Foyét… O era lil contrario?
Mi serve un francese per la traduzione esatta! 😛

Ecco il nome incriminato.
Prima non lo potevo mettere… che la puntata non era ancora andata in onda sul canile tradizionale.

Eh sì… le cose importanti sono altre.
In effetti questa è un emerita sciocchezuola programmata settimana scorsa, quando avevo troppo tempo libero.
Veramente troppo.

Buon proseguimento di settimana.

Solo da giugno!

Lascia un commento

Ho deciso di segnalare i post programmati con un etichetta apposta per loro.
Ma siccome sono troppi e non ho voglia di rileggermi l’intero mio blog per sistemarli tutti, io baro, e faccio partire la cosa solo da quelli programmati da giugno 2009 in avanti, i precedenti li lascio come sono.

Tanto ogni post ha almeno un altro paio di etichette di riferimento.

Poi ne inauguro una nuova oggi.
Probabilmente inutile, come l’intero blog del resto.

Pignolerie, che mettersi a cercare tutti i post pubblicati alle 7e45 che è se non un attacco di pignoleria?

Appunto.

Buona settimana.