…questa è la storia di tre fazzoletti che mi sono stati regalati in periodi differenti.

IL Primo

Era il giorno del mio dodicesimo compleanno, sto festeggiando con alcuni amici, e una delle mie amiche mi regala un fazzoletto.
Il giorno dopo una caduta in biciletta, niente di serio per fortuna, ma quel fazzoletto raccolse presto le mie lacrime.

Non ero scaramantica, ma lo sarei diventata, almeno un pochino, da quel giorno.

Il Secondo

Un negozio di quelli di cui di solito guardo solo le vetrine aveva dei forti saldi, e mi sono detta che se non ne aproffitavo in quel momento poi lo avrei rimpianto.
Acquisto quello che mi serve, e osservo un bel fazzoletto du un bel blu con disegni curiosi.
La negoziante che mi vedeva spesso guardare le sue vetrine mi chiede se voglio uno dei fazzoletti e io le dico che sono troppo cari nonstante i saldi, perché io spenda tanto per un fazzoletto deve nevicare ad agosto.
Lei ride e mi dice che visto che ho fatto una bella spesa me lo da come omaggio, io non volgio le dico la storia delle lacrime e allora mi dice che me lo vende per 500 lire, c’erano ancora le lire.

Le lacrime sarebbero arrivate da li a poco…ma sarebbero arrivate in ogni caso.
Questo lo so anche troppo bene, il fazzoletto sarebbe diventato il ricordo di quella persona, mi sarebbe sempre stato caro.
Lo tenni con ogni cura e lo lavavo a mano per non rovinarlo troppo, ma con gli anni si consumò…nel vero senso della parola.

Il Terzo

Il terzo fu il regalo di un amica che chiese un centesimo, eravamo arrivati all’euro, per la storia delle lacrime.
Il tempo ci avrebbe allontanate, il tempo e la mia lingua e le mie dita sempre troppo veloci nei momenti meno adatti, e mai quando occorre!
Eppure quando vedevo quel fazzoletto non riuscivo a non pensare che la mia amica d’infanzia e la negoziante non sapevano la storia delle lacrime, ma lei sì… e la cosa ammetto mi infastidì… perché se lo sai che ci sta quella scaramanzia allora sarebbe un regalo da evitare.

Lo so sono io che sono troppo rompiscatole, erano solo tre fazzoletti, l’ingresso nell’adolescenza, una giovane donna e una donna adulta… bhe forse adulta… una che scrive certe cose sul suo BLOG troppo adulta non ha da essere!

al prossimo fazzoletto… spero
quello della vecchiaia…mica ho scritto maturità ;-D

Rabb-it

Annunci