Avevo promesso una spiegazione.
Lo avevo fatto su fanbrodo ieri.
Niente link stavolta, vi copio il pezzo.

Sapere quale è la bandiera del Galles a volte può essere utile.
Ve lo racconto poi come mai.
Al prossimo post del blog.

Eccolo.



Avevo giocato un po’ con una foto presa dal fan club, su un attore gallese.

Peter Wingfield?

Oh… sì, la risposta è sì.
Questa cosa del ripetere il sì alla fine di un affermazione la capiscono giusto i fan di Methos, ma due o tre di loro mi leggono quindi va bene, gli altri portino pazienza.

Domenica ho ringraziato le persone del PeterWingfieldFanClub per avermi fatto partecipare a distanza all’evento condividendo le loro foto e i loro commenti.
E ogni tanto con qualche foto facevo qualche pacioccamento.
Tipo questi postati su fanbrodo.
O questo.
 

Perché se sul blog passano cercando ricette cunicole a me qualche dubbio viene. 😉

Vi state chiedendo come si arriva alla bandiera del Galles?
Ad un certo punto vedo una delle foto di lui al telefono, e chi si è visto i miei vecchi pacioccamenti ad altri attori sa come a me le ipotetiche conversazioni telefoniche ispirino.
Così prendo un’altra foto e faccio il giochino con paint degli specchi, pure questo chi gironzola da un po’ sul blog lo conosce.
 

E la inserisco nel commento a quella foto.
Che è meglio che tolgo se non voglio grane.

(Mi hanno chiesto di levarla, scusate)


Volendolo colorare mi era venuta in mente la bandiera che aveva fatto vedere su twitter e che si era vista anche nelle foto del club: aveva il bianco e il verde, con un dragone rosso al centro.
E mi viene la malsana idea di giocare coi colori, lo avrei fatto anche se vinceva l’Inghilterra sia chiaro, e metto a quella foto, con lui attorniato dal bianco dal rosso e dal verde, questa didascalia.

Al telefono sta dicendo: “Sì va bene è italiana, ma lei pensa che Bianco Rosso e Verde siano i colori sociali dell’Arsenal*… in caso contrario, inizieremo a pelare le patate per l’arrosto.”

(Sul Club ho messo anche la traduzione in inglese, che lì di nazionalità italiana siamo solo in due! Finora)


Poi ho scoperto che quella col dragone rosso era la bandiera del Galles ed ho corretto quello che avevo scritto, ma oramai la figuraccia l’avevo fatta.

Ecco spiegato… quel post su facebook.

*Non avevo il calciofilo di famiglia a tiro e non ho controllato bene, la prima cosa pazienza, ma la seconda è imperdonabile. 😉
Bisogna sempre controllare prima.


Ah sì, stavo dimenticando una cosa: c’è stato chi mi ha detto che gli ho dedicato un post a fine maggio apposta perché sapevo dell’incontro coi fan.
Sbagliato, ho scoperto il club, e il convegno in arrivo, solo la scorsa settimana.
Liberi di non crederci, ma le coincidenze esistono.

Annunci