Home

Non verrà nessuno…

Lascia un commento

…lo so bene.

Ma prima di abbandonare del tutto il forum ho voluto fare un’ultima prova.
E con questo penso che l’argomento JAG sopravvivrà, in questo blog, solo quando mi troverò a spiegare le origini del mio nickname.

E forse manco per quello.

Saranno altri ad andare avanti sull’argomento, io lascio.
E probabilmente era anche ora.

Potevano mancare?

Lascia un commento

Un paio di video su JAG, così giusto per far scappare ben lontano i tre quattro lettori rimasti.

Questo ha come musica From Sarah with love, su Youtube lo trovate qui.

Nove più uno…

È una cosa che solo chi ha seguito tutte e dieci le serie di JAG può capire.

Ci stava chi non contava, o lo faceva di striscio, la prima serie, quella senza il colonnello per intenderci.
Quindi Nove serie e il più uno era relativo alla prima.

Per altri il nove più uno era il non contare la decima.
Tranne di striscio, sì io sono una di questi ultimi, storia vecchia.

Come mai me ne esco ora con questa storia?
Primo perché ad agosto meno gente legge, quindi le mie dissertazioni sull’argomento passeranno più inosservate del solito.
Secondo in un commento altrove ho parlato delle nove serie di JAG… per un progetto che non era andato in porto(battutona… telefilm sulla marina militare, porto!) e volevo spiegare come mai dicevamo io e l’altra persona che doveva scrivere con me nove serie, lei non contava la prima io non contavo l’ultima, ne uscivano sempre nove.

Cosa non è andato in porto?
Oh… solo una fanfic, io e i lavori di gruppo…incompatibili.

Oltre che il timore di rischiare grane con i diritti d’autore a scherzare con certe opere.

L’idea di partenza eravamo io e lei che, novelle Virgilio, facevamo da guida al produttore della serie su tutte le cose, che ora una ora l’altra, avevamo trovato intollerabili, con i vari personaggi per rappresentare i sette peccati capitali.

Poi lo avremmo consegnato nelle mani di uno dei co-protagonisti(Bud) per il giretto nel purgatorio, lì ce lo tenevamo, sul paradiso avevamo altro in mente.

Ma alla fine rimase solo una piccola bozza e niente di più.
Sono passati anni, questo è uno dei sensi unici che ho chiuso mesi fa.

Prima mi dovevo decidere, ma non importa si impara sempre dai propri sbagli.

Quasi sempre.

Ora per finire sto post, autocitativo, un simpatico video sui bloopers, le papere durante le riprese.
Che fanno sorgere il dubbio che… ormai le facciano a bella posta per poi farcele vedere, a voi no?

Sì il video è datato… la serie è finita nel 2005 che credevate?

Buon fine settimana.

Cosa sono le fanfic?

3 commenti

Oh gente!
Non ci credo.
Mi hanno domandandato cosa sono le fanfic che segnalo là a sinistra.

Cliccarci sopra no, vero?

Allora.

Sono solo dei racconti, che hanno come base delle fiction.
Nel caso di quelle che segnalo io, la base è JAG-avvocati in divisa.

Lo so che la spiegazione non è un granché, ma non sono mai stata capace di spiegarmi per bene.

Però caspita, sono anni che ci stanno quei rimandi.

Siete nuovi vero?
Era la prima volta che leggevate sto blog?

Benvenuti allora!

^_^

(Però la domanda mi pare strana lo stesso, le fanfiction esistono da un sacco di tempo… eravate su Marte? Ok sto rivedendo Life on Mars, quello inglese!)

Buonanotte, e visto che è venerdì ormai:
Buon fine settimana.

Ritrovamenti!

Lascia un commento

OH, ho ritrovato la raccolta di aforismi sui gatti!
Temevo fosse andata persa per sempre con la chiusura dell’Office, ed invece eccola.

E’ una cosa risalente alla nascita di questo blog, stava nella primissima Tana, quella che mi aveva cortesemente messo a disposizione il colonnello.

E niente va mai perso su internet, il che a volte è certamente un guaio.

Estate 2005
, quanto sembra lontana ed Apple aveva solo pochi mesi.
Già era stata lei l’ispiratrice della raccolta.

Estrapolata da un libro di fotografie di gatti, poi regalato ad un amica.

Come mai, parlo di JAG per l’ennesima volta?

Perché l’ultima puntata della serie andò in onda esattamente 4 anni fa.

E la coincidenza del ritrovamento proprio ieri sera mi è parsa curiosa.
Così tanto da programmare questo post per oggi 29 aprile.

Ancora canzoni… e non solo!

Lascia un commento

Stavo cercando sul tubo un’altra canzone, tra le varie che canticchio in mezzo al frastuono,e sono incappata in un video che usa proprio una di quelle canzoni, e nelle immagini scorre il mio telefilm preferito.

Grazie a Marti che lo ha messo online qui tempo fa.

Per chi non vedeva JAG e non seguiva i vari forum è impossibile da spiegare, vi dico una cosa sola, uno dei protagonisti si chiama Bud, che in slang USA sta proprio per amico, e la scena finale di questo video è, per me, una delle migliori di 227 ore trasmesse.

Mentre della canzone dico che un paio di cosette non mi sono mai andate giù, manco da piccola le prime volte che la sentivo.
Tipo l’amico che ti lascia vincere, haem, così poi quando becchi i non-amici resti fregato per aver sopravvalutato le tue capacità.

Però nel video è bellissima la scena dei tre amici che tornano a cercare chi è rimasto indietro, Bud appunto, della serie come rivalutare una canzone grazie ad un momento.

O agli amici anche bugiardi, se Wilson ed House mi piacciono tanto una ragione di fondo ci sta.
Già sempre telefilm, anche perché i protagonisti di un telefilm non possono irritarsi di essere tirati in ballo, le persone reali che magari si riconoscono nella descrizione invece potrebbero.

* e # ad esempio potrebbero… ^_^

Ops mi sa che devo riascoltare la canzone, in fondo se me la ricordo ancora dopo oltre venticinque anni qualcosa di buono ce lo doveva avere, no?

Eccome, come gli amici, anche quando si litiga.
O forse si litiga solo con gli amici, con cui sai che poi farai la pace, forse.

In fondo l’indifferenza è peggio di una lite, almeno secondo me.

Ah per chi non era ancora nato nel 1984 io me la ricordavo qui, ehhh il giovedì si poteva stare alzati fino a tardi!
Cosa che mio fratello mi invidiava, che lui a dodici anni per vedere cosa andava in tv alla sera doveva farlo di nascosto!

Montagne, elicotteri e neve…lo giravano dietro casa mia in pratica!

^_^

O almeno di quello ero convinta da piccola.
La S.O.M. era già in stadio molto avanzato!

La pausa…

Lascia un commento

Io lo so che magari ci stava chi aspettava un racconto omerico, quando arriverà capirete di cosa parlo, ma per ora avevo questo in bozze da circa una settimana.

E lo pubblico oggi, prima di ricevere un’altro messaggio in cui mi si domanda che fine ha fatto una cosa.

A presto.

Nei giorni scorsi, e nei prossimi non sarà meglio, ho avuto un po’ di cose da fare.

E per ora ho dovuto scegliere cosa lasciare stare in attesa di tempi migliori.

Una delle cose che ho messo in pausa, lascio che lavorino gli altri che o hanno più tempo o se lo sanno gestire meglio di me, è il forum su JAG che avevo aperto su forumfree.

Ho anche lasciato un avviso per i nuovi che dovessero affacciarsi ora e trovano il deserto.

Può anche essere che resti tutto così, fino a che forumfree non chiude tutto.
Per ora non posso preoccuparmi di questo, e nemmeno lo voglio a dirla tutta.

Se ne riparla più avanti, quanto avanti ancora non so.

Collaudi coronarie!

Lascia un commento

Allora il termine fare un collaudo alle coronarie non so chi lo abbia usato per primo, so che quando si era ai tempi in cui commentavamo ogni singola fotografia del protagonista di JAG, ci usciva dalle dita ogni tre per due.

Nel senso che certe foto erano un…colpo al cuore.
Da li tutta una serie di freddure e battute in tema.

Poi c’erano i collaudi coronarie della mia nonna, di cui spiego in fondo.

E ci sono i collaudi che ti fanno sul lavoro e non dello stesso tenore, chi può capire capisce!

Uno però me lo sono fatto da sola stasera a fine turno.
Prima che finisca la serata lavorativa se è venerdì e non si lavora di sabato bisogna mettere le rocche in una stanza apposita.

Io vado bella tranquilla spingendo la mia brava rastrelliera, l’attrezzo con le ruote dove si impilano le rocche, stavolta le domande le prevengo.
Ci sta il sensore che fa accendere la luce in automatico quando vede del movimento.

Solo che stasera era lento, capita a volte che non legga…e io gli do dell’analfabeta!

Ma nella penombra vedo lo stesso dove devo andare e visto che mi scappa da ridere, sì da sola, faccio che dire:
“Se qualcuno sta nell’ombra occhio che vi investo!”

So che non c’è nessuno dentro, ma il sensore proprio in quel momento ha deciso di leggere me che camminavo e BAM illuminazione completa!

Ho sentito nitidamente il battito accelerare per lo spavento, se non è collaudo coronarie questo!

Domani lo racconto a mia nonna, a cui io e mio fratello facciamo spesso scherzetti, ora un po’ meno di un tempo, con la scusa del:

Nonna serve alle cornarie ti teniamo in forma.

Traduco da nipotese sarcastico: Se non fai un infarto con noi puoi star tranquilla!

Credo che sapere che ho… preso un po’ della nostra medicina, in spavento, le farà fare delle gran risate.

Poi vi dico.
Intanto lunedì dovrò fare un discorsetto a quel sensore.

ah vi state chiedendo quanto son fuori se parlo da sola con macchine e varie?
Ohhh bhe diciamo che finché non le sento rispondermi credo vada tutto bene!

Se sento anche la risposta allora forse, e solo forse, inizierò a preoccuparmi sul serio!
^_^

Older Entries Newer Entries