Home

H… muta

Lascia un commento

Non so mica se vale per l’alfabeto. Ma un’acca muta è proprio quel che mi esce quando ad aspettarmi a casa c’è la scena che qualcuno ha saputo rendere fin troppo bene.

E no, sapere che il mio non è l’unico felino con una concezione bizzarra della gratitudine non è una gran consolazione.

Vi garantisco che l’espressione beata è la stessa!

Annunci

Scoperte, da twitter.

Lascia un commento

Twitter mi permette di fare notevoli figurine del menga, i miei tweet in italinglese* a certi attori, o sceneggiatori, sono là a dimostrarlo qualora osassi negare l’evidenza,(La mia sola fortuna è che non li leggono!) ma non solo.
A volte fa anche trovare cose che si ignoravano completamente.
Ad esempio non avevo idea che l’italiano fosse tanto studiato all’estero.
Né sapevo che esisteva una settimana della lingua italiana.
E trovare un’americana che scrive in italiano su twitter, anzi due la seconda ha anche un blog,per me è stato una scoperta curiosa.Se adesso mi dite che lo sapevate tutti, il primo post è di un paio di anni fa, e io sono arrivata con l’ultimo treno… me ne farò una ragione. Tanto a me piacciono i treni. 😛
Di solito incappo in italiani che scrivono in inglese, chi per esercitarsi con la lingua esattamente come la blogger americana, chi perché ha deciso che l’inglese è il solo linguaggio da usare sul web e si rifiuta di usare l’italiano (sto parlando di chi so che è italiano eh!) che fa più figo l’inglese. No, non ve li ho mai segnalati, ma ho detto che vi incappo non che torno a leggerli una seconda volta.
Trovare l’opposto è stata una piacevole scoperta.
No… nessuna classifica.
Non sono uno meglio e uno peggio, sono solo…linguaggi differenti.
Però trovare che quello che faccio io di guardare qualche telefilm in lingua inglese per abituarmi a capirlo parlato e non solo poco per iscritto… viene fatto coi programmi italiani e persino con le versioni doppiate dei telefilm americani, cosa per cui i doppiatori possono stare tranquilli, tra gli italiani che non sanno l’inglese e odiano i sottotitoli e quelli che studiano l’italiano col doppiaggi: hanno il lavoro assicurato.
Uhm… e sono riuscita anche in un post di segnalazione di altrui blog a parlare di telefilm… ma quanto sono grave?
Molto.
^_^

*Ma non è che in italiano me le faccia mancare, dico le figurine, quelle non mancano mai.

E il tasto NON MI piace? Perché ci sta solo il MI piace?

3 commenti

Me lo chiedo da un po’, su facebook ed anche altrove ci sta modo per dire se una cosa piace cliccando su un bottoncino… però per dire che non piace bisogna scrivere un commento, o nel caso dei miei post cliccare sulla voce: braccia rubate all’agricoltura.
Ma chi non ha messo l’opzione?
Esistono solo quelle positive, per quelle negative si vuole il commento.
No va bene so di gente che lo vuole anche per le recensioni positive e conta meno di zero le volte che si clicca sul mi piace, che è la stessa cosa di scrivere: Belloooooo!
Senza manco aver letto il più delle volte.
Però non capisco come mai chi ti dice bello e stop va bene, mentre da chi ti critica non basta un non mi piace.
Fateci caso, i più si lamentano delle critiche quando non sono argomentate, quasi mai si lamentano di complimenti con la stessa mancanza.
Chi riceve un po’ di volte un potevi evitare, sì Nustlu dico il tuo post in cui chiedevi argomentazioni alle critiche, si domanda il perchè e ne chiede spiegazione anche anonima; se invece sono complimenti sono pochi quelli che si pongono domande.
Nustlu non te ne avere a male, il tuo post mi è servito come esempio, non era per criticarti, anche perché non ne vedrei la ragione nel proprio blog uno scrive quello che gli pare e tu hai tutto il diritto di domandare spiegazioni.
Il fatto è che qualche giorno fa sono incappata in un post (Di cui non posso mettere il link per non scatenare una lite in casa d’altri) in cui si chiedeva di cliccare sul MI Piace e mi domandavo… e se non mi piacesse lo capisci dal silenzio… o ti devo lasciare un commento? E se ti lascio un commento e lo cancelli, come capitato in altre occasioni? Che le critiche piacciono solo quando le fanno ad altri.(Anche per me è così eh! :-D)
Ma se commento verrei bersagliata dai fan del mi piace che mi fanno a striscette per aver osato criticare, mentre il MI piace va bene senza spiegazioni e senza esporsi alle prese in giro o alle cattiverie chi dovesse pensare il contrario.
Qualcosa non mi torna.

Buongiorno!

1 commento

Ogni tanto mi ricordo della citazione del lunedì… che se mi venisse in mente la domenica sarebbe meglio!

L’unica maniera per realizzare i propri sogni è svegliarsi.

Roberto Benigni

Uno per tutti, tutti per uno!

3 commenti

Che ci crediate o no è il motto tradizionale della Svizzera. Niente a che vedere con D’Artagnan e compagnia bella.

Oggi la maggior parte degli svizzeri mangerà:
cervelat
(LA salsiccia svizzera)

bratwurst e

weggli
(pane al burro del 1° agosto)

Ogni regione poi ha i suoi piatti, ma questi sono proprio un must, soprattutto il 1° agosto.
Come mai? Ma perché oggi festeggiamo i 720 anni della Svizzera! Per chi non fosse pratico o volesse rinfrescarsi la memoria, ecco la leggenda di Guglielmo Tell riproposta da un punto di vista un po’ originale.
+
Auguri mamma Elvezia!
+

Ah, quest’anno compie 30 anni anche il salmo svizzero. Sì lo so che non è proprio il massimo, ma sempre meglio che continuare a dividerlo con gli inglesi, no?


+ + + +
+ + + +
+ + + +
+ + + + + + + + + +
+ + + + + + + + + +
+ + + + + + + + + +
+ + + +
+ + + +
+ + + +

Che ironia

2 commenti

Secondo me se vede questa un po’ al Blasco potrebbe venire la pelle d’oca.
Chissà se chi ha piazzato lo striscione ha fatto caso al cartello?

All’album ci sono un po’ di foto di uno dei 4 concerti di San Siro. Gli ultimi a quanto pare.

Poker a San Siro

Lascia un commento

Qualche giorno fa il Blasco ha annunciato che andrà in pensione. Eh già! Colpa d’Alfredo? Del whisky? Troppe bollicine? Magari fra qualche mese cambierà idea? Ci credi? Va beh, vedremo.
Intanto il 21 giugno sono riuscita a vederlo in uno stadio vero e soprattutto con un pubblico vero. Già perché vederlo fuori dall’Italia non è mica la stessa cosa. In ogni senso.

Avrebbe dovuto essere LA serata del mitico quartetto dei tempi dell’università, era una di quelle cose che volevamo fare insieme ad ogni costo, ma poi per vari imprevisti ci sono andata con un’altra compagnia. Poco male.

Ambiente favoloso, band di altissimo livello e… Blasco in grande forma!

Lo show! Praticamente perfetto!


Older Entries