Home

Tiro mancino…

2 commenti

… quello di passarmi la palla a tradimento, canaglia che sei.
Che dire? La campagna lanciata in Ticino mi ha un po’ irritata (mi piacciono tanto gli eufemismi), perché grazie ai soliti furbacchioni facciamo la figura degli ignoranti e degli ingrati.
Ma si sa, fare leva sui sentimenti popolari con messaggi diretti e superficiali è un trucco vecchio come il mondo. D’altra parte in Ticino non abbiamo l’esclusiva, infatti oltre frontiera hanno pensato bene di riprendere l’idea adattandola a un contesto regionale.
Quando escono queste campagne ho sempre un po’ l’impressione che ci prendano tutti per imbecilli. Già me li vedo, i geni al lavoro: “elaboriamo un concetto semplice e diretto,con dei bei disegnini colorati, così la gente capisce.”
Eh certo, perché un discorso costruito e costruttivo invece non lo capirebbe nessuno.
Il lettore di Severgnini sbaglia a puntare il dito contro l’Italia, la campagna dei topi si scaglia anche contro romeni e altri, ma questo ha dato meno fastidio, chissà perché? E comunque sia il problema non sta mica da quella parte della frontiera, ma da questa, e si chiama dumping salariale.
Eh già! Qui casca l’asino! Perché dopo qualche giorno di confusione sulla paternità della genialata pubblicitaria, i promotori sono usciti allo scoperto gongolanti per il “successo” ottenuto. “Obiettivo raggiunto!” hanno annunciato tronfi, pur dichiarandosi ovviamente dispiaciuti – e anche un po’ stupiti – per la piega che ha assunto la faccenda a causa dei malintesi e delle solite interpretazioni. Già, infatti hanno dovuto spiegare che in realtà il loro scopo era attirare l’attenzione sul problema del dumping salariale e quindi biasimare i datori di lavoro (svizzeri) che assumono frontalieri.
Ah! Logico! Si vede che il pifferaio magico (con t-shirt rossocrociata) che avevano previsto di piazzare sui manifesti se l’è data a gambe prima di andare in stampa! E che certe altri commenti sui manifesti si sono aggiunti da soli. Mah.
Trovo vigliacco questo tipo di approccio, ma alla fine mi vien da dire che forse questa cosa va presa per quello che è: una sparata del centro-destra per scaldarsi la voce in vista delle elezioni di aprile. Checché ne dicano i promotori della campagna.
Comunque sia non lo nego mica: ai ticinesi non piace essere scambiati per italiani, così come i romandi non vogliono essere presi per francesi e gli svizzero tedeschi fanno di tutto per distinguersi dai germanici. Ma tutto il mondo è paese, no?
Quando con Rabb-it si è pensato di fare un post su questa faccenda, mi è venuta in mente la pubblicità di un noto formaggio svizzero in cui un tedesco (biondo, occhi azzurri, non proprio un adone) cerca di carpire a due alpigiani appenzellesi la ricetta segreta della salamoia alle erbe che rende il formaggio unico.
Ebbene, seduto in mezzo ai due stoici montanari, il biondo teutonico afferma sospirando: “certo che se avessimo la ricetta segreta, noi tedeschi ce ne staremmo tutti in Germania!”.
E la gente ci ha riso su. Tedeschi compresi. Pensa te che roba!

Sembrava facile…

Lascia un commento

… invece non lo era per niente.
Qualche settimana fa:
Buongiorno, vorrei farle alcune domande su una polemica sorta nei giorni scorsi riguardo ad una campagna pubblicitaria elvetica, la cosa le crea problemi?
No, chieda pure, al massimo le chiederò di leggere l’intervista prima che la pubblichi.
Ovviamente, lo davo per scontato, sa non faccio la giornalista, ho solo quel blog a cui so ha dato un’occhiata giorni fa, il pezzo andrebbe online lì sopra.
Ottimo, La tana di Rabb-it, giusto? Topi e conigli, sempre roditori.
Veramente i conigli non sono roditori, ma lagomorfi.
Lei è sempre così pignola?
Anche peggio, pensa sarà un problema?
Non lo so, vedremo.

Continua… anzi no.

Qualche giorno fa:
L’intervista era iniziata con le migliori intenzioni di ironizzare sull’argomento.
Un botta e risposta tra un’italiana e una svizzera.
Ma mano a mano che ci si addentrava nel discorso l’ironia spariva, c’era davvero poco da ridere, direi niente.
Ed è rimasta lì in attesa.
Tanto non scappa.
Però non arrivava mai l’idea per parlare della cosa, come ci era venuto d’acchito una sera su MSN.
Cos’era stato?
L’oroscopo cinese?
Una battuta sul formaggio?
Non me lo ricordo più com’era iniziata.
Forse è meglio dedicarsi ad altro e non insistere, quando non viene di getto, a volte, lasciar perdere è utile.
Poi chissà se ci viene di meglio possiamo sempre linkare il post e riprendere.
O anche no.
Forse ha detto a sufficienza e bene questo lettore di Severgnini.

O forse verrà aggiunto qualcosa poi…a te la palla!

Paragoni d’assurdo

1 commento

Ieri sera.
Sono su msn con giovine scontenta perchè secondo lei il forum si svuota per assenza di gente che commenta i post e gli episodi.
Le faccio notare che i forum di altri telefilm paiono un deserto che al confronto su quello di cui si occupa lei ci sta un traffico che manco la tangenziale di Milano nell’orario di punta o il raccordo anulare di Roma… e poi apro questo post.

Leggo il titolo(Un gran traffico…) e mi schianto dal ridere.

Mai quanto leggendo il post però.
Lo legge anche la persona a cui lo segnalo, anche per spiegare come mai ero scoppiata a ridere un minuto dopo aver detto la cosa del traffico nell’ora di punta.
E ci esce:
Futuro Maschio Alfa?
Uno dice ho capito di che telefilm parlate nel forum trafficato.

No, stavolta il forum e i telefilm non c’entrano.
Altrove con la definizione maschio alfa si intende molto semplicemente uomo munito di Alfa, inteso come automobile.
Il tutto nella stessa identica sera.
Semplice coincidenza?
E chi lo sa!

Tempesta…

3 commenti

…di cervelli!
L’insonnia fa danni in giro per il web, ma non è detto.

Chi segue questo blog sa già cosa è capitato al cast di Criminal Minds, un elemento se ne è andato. Quello che ancora non sapete è che abbiamo scoperto chi la sostuitirà.

Il tutto è iniziato in una tranquilla sessione di letture, tra un’intervista, un commento e blog vari…Ho detto intervista non interista, suvvia!

Oh ma quante interviste sta dando Gibson? Ce n’è un’altra.

E l’ovvietà era lì…altro che conversioni sulla via di Lourdes.

Lo pagheranno per le pubbliche relazioni… è lui il sostituto di JJ!

Non fa una piega!

Senza manco usare il ferro da stiro, va che brave!

Il seguito…

Lascia un commento

…si prosegue.
La chiacchierata aveva toccato altri tasti.
Tipo questa notizia sul corriere.
Fastidiosa. Faceva abbastanza il paio con le prese in giro sugli stereotipi di cui si era parlato giorni prima.
Ma quanto c’era di vero, e quanto era gonfiato dai media?
Che fare per sapere?

Andare in Svizzera a chiedere a chi vi abita?
Con internet è persino facile, un clik e si entra in contatto con tutto il globo, quasi.
E fare un intervista in terra elvetica, tenendomi buono il quesito: che tipo di moquette usate in Svizzera?

O ignorare la cosa per non darle importanza, visto che pare che le cattive idee vengano copiate molto più facilmente, ed in fretta, di quelle buone.

Prima o poi saprete che ho deciso.

La genesi…

Lascia un commento

… della moquette è partita a causa di twitter.
Io ed altre persone eravamo online insieme, sì MSN.
Quindi tutto parte da una delle solite chiacchierate su dei protagonisti a caso.
Uno era quello che proprio in quei minuti pareva scatenato su twitter, oltre 20 messaggi in due ore.
E per chi usa twitter abitualmente anche per dirsi che sta mangiando e poi che ha finito di mangiare sembrerà poca roba, ma quando a farlo è uno che di solito ne scriveva uno a settimana a volte anche meno, allora la curiosità è legittima.
E la battuta esce spontanea ad uno dei chiacchieratori (Chattatori in slang del web): Oh ma si è fumato un pezzo di moquette stasera?
No, moquette che io sappia non è un modo per chiamare una cosa che si fuma e non sono sigarette, era giusto per dire: ha fumato qualcosa di strano, che il solito si è fumato l’impossibile era troppo riduttivo.

Nelle ventina di tweet parecchi erano segnalazioni di fotografie di piedi di colleghi, come segnalato nel link che vi passo là sopra. Con il questionario: Di chi sono queste scarpe?
E poi le foto dei colleghi che rivelano la risposta.

Pochi giorni dopo una notizia un po’ curiosa, ed anche fastidiosa.
E la frase, si sono fumati la moquette torna a far capolino.
Ed anche una mia replica, sì ma almeno con la moquette Statunitense ci siamo fatti due risate, con quella europea mica tante… che sia meglio la loro moquette?

Ed ecco svelato il mistero, meglio quella Americana o quella Europea?

Ah… volete sapere quale era la notizia fastidiosa?
Vi tocca aspettare, il titolo è Genesi…questa storia è solo all’inizio.

Moquette…

Lascia un commento

… meglio quella Americana o quella Europea?

Una persona sa, e deve tacere, a cosa mi riferisco.

Gli altri dovranno aspettare.
Che abbia la voglia di sistemare link e discorsi.
Siamo alle solite… viste le etichette là in basso?

Suspance.
E pure SERIals… prossimamente saprete.
Forse.

Older Entries