Home

ZAUBERILLO GIVOWE’ IN GONDOLETA.

Lascia un commento

Io so già che non vincerò, no, non perché penso che Zaub eviterà di mettere il mio nome tra quelli che potrebbe pescare Pipik, ma perché la mia dose di…c*** per quest’anno mi sa che lo ho usato tutto, anche per interposta persona.(No, non ve lo dico a cosa mi riferisco)
Però oggi è il compleanno di un veneziano che conosco.(AUGURI)
Così dovendo scrivere cosa immaginerei se vincessi il concorso ci sarebbe il fatto di poter andare a trovarli senza farmi ospitare da loro, che a me certe cose mandano in crisi, e senza spendere una fortuna in un BB locale.(Che la crisi raddoppia!)
Annunci

Magari di secondo nome?

Lascia un commento

Uno adora portare la giacca, anche in estate.
L’altro ha gli occhi azzurri.
Uno sa fare gli origami.
L’altro ama cambiarsi il nome.

Entrambi hanno il vizio di incantare chi ha a che fare con loro.

La domanda del titolo?
Eh ho chiesto alla mamma dei due in questione se come secondo nome ai pargoli ha per caso messo Neal.
^_^
Notizie del terzo*?
UHM… no è ancora presto per fargli un profilo per scherzo!

Tra un annetto o due ne riparliamo.
Forse, se la mamma dei tre in questione mi rivolgerà ancora la parola.

*
Aggiunta al messaggio originale.
Il soprannome del terzo è moschettiere, su questo blog… e qualcuno tira anche scherma, nella terza serie. Quando si dice il caso. Sistemato anche il terzo. ^_^
Mi pareva brutto lasciarlo fuori dai giochi.

Il riposo…

Lascia un commento

… del moschettiere.

O quanto tempo era che non vi raccontavo qualcosa di uno dei moschettieri?
Un sacco, e sì che di cose ne sono successe a iosa.
Insomma, uno dei moschettieri tempo fa è stato un po’ in mia compagnia.
Mentre la sua mamma gli preparava il pranzo io lo facevo giocare, anzi lui faceva giocare me.
Poi era molto stanco, e complice anche il caldo non aveva molta voglia di mangiare, dopo poche cucchiaiate di pappa reclinava il capino stanco, così si è capito che c’era bisogno della pausa.
Mi arriva una richiesta imprevista.
“Ti fermi per pranzo con me? Se ti accontenti di una cosa veloce…”
Mi sono ricordata di una cosa che ha scritto una persona, sul fatto che bisogna cogliere quando una mamma ha bisogno di staccare un po’ dalla mammitudine, magari parlando proprio del pargolo, ma con qualcuno che non le dice come deve crescerlo, ed ho accettato di slancio. Grazie a chi sa.
Le ho domandato come la potevo aiutare, tipo apparecchiando, ma lei si era portata avanti mentre io giocavo con il bimbo.
E io manco me ne ero accorta.
Decisamente non ho molto spirito di osservazione.
Insomma due spaghetti, e un sacco di chiacchiere dopo, con l’orecchio a captare segnali da parte del sonnacchioso moschettiere, mi dice che si solito il piccolo di giorno non dorme molto e che a breve si sarebbe fatto sentire, l’aiuto a sparecchiare, mi offro di lavare almeno io i piatti.
Niente sono ospite, le faccio notare che mi sento in imbarazzo a non fare niente.
Mi fa notare che non è vero che non faccio niente.

Il piccolo prosegue la nanna, si vede che le cavalcate sul girello, e il lavorio, sul tappetino a mostrami uno per uno i suoi giochini, erano stati stancanti parecchio.
Noi proseguiamo con le chiacchiere, le racconto delle altre mamme che ogni tanto sento o leggo, ed altri argomenti vari, compresi i telefilm sì, le dico di Elasti e dei racconti di campi estivi USA.
Magari la legge anche lei, ma non oso chiederglielo, insomma se volesse me lo direbbe lei, quindi io do per scontato che non legga e le servo dei riassunti.
Le racconto di Zaub e del loro gemellaggio. Che gemellaggio sia non vi riguarda lo sanno loro due, e chi legge i commenti da Zaub, forse.
Le spiego che potrei farne un post della giornata di oggi.
Ride e mi dice che posso farlo.
Le domando se vuole mettersi giù a riposare, mi ricorda che il moschettiere a breve si stuferà di dormire, e che preferisce fare quattro chiacchiere.

Ora… io devo avere degli effetti soporiferi sui bambini… visto che ha fatto un riposino di svariate ore.
Unendo il sonnellino di pausa con il sonnellino pomeridiano.
Però al risveglio, pappaaaaaa!

Perlomeno era riposato, e si vedeva che l’umore era ottimo… nonostante i dentini che stanno a dare un po’ noia.
E via di nuovo sul tappetino e in giro per casa, sta imparando a gattonare… soprammobili arrivooooo!

Alla fine ho passato buona parte della giornata con loro.
Ed è stata un ottima giornata.
Con effetti benefici, per me, per loro non saprei, ma spero di sì.
^_^

Buon fine settimana.
Cosa? Qual’è dei moschettieri?
Vi siete scordati il primo post su di loro?
Ognuno di loro sarà sempre e solo: Uno dei moschettieri.
Sempre.

Tutto bene!

Lascia un commento

Allora pare tutto bene.
Per i dettagli vi rimando a… momenti con più tempo, che io oggi devo prepararmi.
Ho la nimbus che deve fare il tagliando per stanotte.

Ah… mai riso tanto come ieri.
Sono andata a trovare uno dei moschettieri.
Il piccolo mi ha trovata simpatica, chiaro segno che il pargolo ha un intelligenza fuori dal comune e non vi azzardate ad ironizzare sul contrario o vi faccio a striscioline, magari con un po’ d’aiuto da parte della di lui madre.

Come so che gli stavo simpatica?
Oh, sa farsi capire.
Mi guardava e ad un mio sorriso replicava ridendo. Io stavo seria e lui mi guardava solo, ma non durava,la mia serietà intendo.
E la sua mamma mi ha spiegato che lui è sempre di ottimo umore, ma di solito davanti a gente mai vista sta per un po’ sulle sue, invece con me ha riso da subito.

Lo so, i maligni diranno che la mamma me lo ha detto per farmi contenta.
Peccato che io conosco bene questa mamma, e non è proprio il tipo di persona che si preoccupa di fare contenti gli altri con delle frottole.
Quindi cari maligni, andate a malignare altrove, sciò!

Che a me viene ancora da ridere adesso pensando alle risate di ieri.
E sono troppo contenta per lei.
Anzi no… non si è mai troppo contenti.
Contenta e basta.

^_^

ah… qual’è dei moschettieri?
Scordatevi che ve lo dica.
Loro quattro saranno sempre e solo uno dei moschettieri, senza mai precisare nomi o soprannomi o data di arrivo, non aspettatevi un: il terzo il primo o il quarto, no.

Un moschettiere è sufficiente, saranno in quattro a dividersi un soprannome.

Forse otto.

Visto che tra Zaubarei, mammaepoi, e madrigopolis…sono 4 maschi anche i loro.
Come mischiare le carte per non far mai sapere di quale pargolo vi sto parlando.

Troppo contorto?
Ma io sono persona contorta.

Magari con-torta sarebbe più apprezzato.

Ma va!

Perchè tre se erano quattro?

Lascia un commento

Me lo sono chiesto più volte.
Ovviamente avendo letto il libro in questione lo so bene.
Però io da luglio avevo deciso che sarebbero stati quattro, i moschettieri.
Eccola la squadra di scherma.
Se poi uno o più di loro dovesse davvero darsi alla scherma da grande, gli stamperò questo post e glielo consegnerò.

Perché da luglio?

Oh è complicato.
Tutto è iniziato quando un’amica a gennaio mi ha comunicato che stava per avere un bambino.
Una persona che conosco personalmente non per iscritto.
Poi di notizie simili ne sarebbero arrivate altre, alcune solo lette sui rispettivi blog: Madrigopolis,Mammaepoi, Zaubarei.
Persone mai incontrate, non dico sconosciute perché a leggersi un po’ ci si conosce, forse di più che ad incontrarsi a volte.
Altre invece erano persone che ho incontrato di persona.

Una era a gennaio, vero?
Infatti il primo moschettiere è arrivato a settembre.
Ma io già a luglio stavo studiando questo post.

Perchè a luglio avrei saputo che le quattro persone che conoscevo per averle incontrate, alcune di loro solamente in due occasioni, ma siamo rimaste in contatto, aspettavano tutte dei maschi.
La battuta sorse spontanea.
“Oh arrivano i quattro moschettieri!”

Visto che tutto era iniziato a gennaio, ed a gennaio pareva dovesse arrivare il quarto, avvertì le mie amiche che avrei dedicato un post cumulativo ai loro pargoli proprio in questo mese.

Poi chi doveva arrivare a gennaio fece lo scherzetto di arrivare prima.
Così sono tutti nati nel 2009.

Avvisai una delle mamme che avrei fatto rivoltare un pover uomo nella sua tomba.
Citando il suo romanzo più famoso.
O almeno uno dei più famosi.

Che pare che ne avesse scritti parecchi, anche se non tutti da solo.
E questa cosa mi colpisce.
Per via di altre cose che non c’entrano con i pargoli.
Che il termine i tre moschettieri io lo avevo usato anche altrove, ma era una fanfiction su JAG.
Altri lo hanno usato per CM.
Insomma è meglio se le quattro mamme qui non leggono.

E no, non lo stampo il post, anche se si dovessero dare alla scherma tutti e quattro.