Home

Z…

Lascia un commento

… come zanzare!

Ma non ci sono solo loro, anche moscerini, calabroni, vespe e tafani.

Non facciamoci mancare nulla!


Oh. Sfogata.

Almeno per iscritto.
Altro

Annunci

Nuvola…

Lascia un commento

… o coniglio?

Proposte…

Lascia un commento

… da vagliare con cura.
“Pensaci un poco poi mi dici.”

E per fortuna mi è stato detto perché stavo per dire subito sì.
D’impulso.
Ecco, meglio rifletterci su un attimo.
Non troppo. 


Giusto un poco.
No, non vi dirò di che si tratta.
Ci devo pensare io, mica voi. 



Perché ve lo ho scritto se non ve ne voglio parlare?
Perché magari tra qualche anno ve ne parlerò… e allora avrò un promemoria per ricordarmi di quando tutto cominciò.



Forse.


Solo uno

Lascia un commento

A fine maggio ho notato come ogni mese avessi scritto tre post in meno del mese precedente.
Gennaio…………..16
Febbraio…………. 13
Marzo……………...10
Aprile………….…….7
Maggio………………
 
Non è stata una cosa voluta, semplicemente è capitato e decisi che anche giugno sarebbe stato uguale, quindi un solo post. 
Non mi venne nemmeno troppa voglia di scriverne. 
A volte capita. 

Ho aspettato la fine del mese.
Perché temevo che se avessi postato qualcosa prima… poi non ce l’avrei fatta a stare zitta.
Io che taccio… eresie!

So sempre come annoiare i miei pochi lettori. 
Mi piacerebbe domandarvi se ci siete ancora, ma l’eventuale silenzio potrebbe essere troppo… assordante. 

Altro

Panorami… montani

Lascia un commento

Niente di che… giusto per cambiare.

Altro

Mistero risolto

Lascia un commento

Qualche settimana fa La tana era stata visitata dallo Sry Lanka e mi ero domandata da chi, ora lo so.(Forse)
E visto che ci sono delle foto troppo belle va condivisa la cosa.(Vero?)
E poi era un sacco di tempo che non usavo l’etichetta VDA. (O invidia a manetta che dir si voglia!)
Per la rubrica: Le vacanze degli altri eccovi L’alfabeto dello SryLanka.

Libertà!

Lascia un commento

Non sapeva da quanto tempo era chiuso là dentro.
Potevano essere passati pochi giorni o anni interi, al buio senza riferimenti non c’era modo per quantificare quanto era passato da quel pomeriggio di pioggia in cui aveva passeggiato per l’ultima volta tra le vie del quartiere e le villette residenziali.
La stazione era un ricordo lontano.
Non ricordava di essere finito in prigione quel pomeriggio, eppure non c’era altra spiegazione cos’era stata quella se non prigionia?
Poi di nuovo la libertà.
Oh che gioia… saltellare di nuovo in direzione del parco, sperando di poterci far un giro senza pagare dazio.
Il suo amico fiasco lo seguiva passo passo.
Dita agili e svelte facevano cadere i dadi sul cartone e ridevano quando toccava agli altri pagare il passaggio sul loro terreno.
Le casette venivano impilate con perizia.
Erano di nuovo liberi, e non stava nemmeno piovendo.
In parole povere, nei giorni scorsi il mio vecchio* monopoli dimenticato in cantina è stato dato in comodato d’uso ai pargoli del condominio.

Candelabro,Fiasco e gli altri segnaposto si stanno godendo la ritrovata libertà.

Insieme agli imprevisti ed alle probabilità.

*Non fate battute sulla parola vecchio, visto che manco mi avete fatto gli auguri per il mio compleanno la settimana scorsa!

Antipatici.


Older Entries