Home

Fotografie…

Lascia un commento

altrui.
Lascio quello che ha fatto da ultimo post di novembre come ultimo di dicembre. 


Perché?
Altro

Annunci

E chiuda la porta

Lascia un commento

I miei 15 minuti di gloria li ho avuti.
A questo punto potrei anche chiudere il blog e la pagina facebook.


L’ultimo che esce spenga la luce.

E chiuda la porta.
Quello ho scritto alcuni giorni fa su twitter e sulla pagina che su facebook rimanda a questo blog, tranne il titolo.
Ovviamente i lettori più attenti hanno visto il potrei e non ci hanno creduto manco per un secondo.
Sanno bene che questo blog non darà alcun preavviso di chiusura, smetterò di scriverci e basta, ma non ora. 😛

Alcuni invece dopo pochi giorni di silenzio e qualche post programmato hanno ben pensato di festeggiare.
 
Altro

Adesso basta!

Lascia un commento

È ora di finirla.
Quella di fine anno è stata l’ultima goccia.
Non ci saranno più…

Altro

Diavolerie e… regali.

Lascia un commento

Collaborazioni diaboliche: al link
Questo è stato uno scambio tra me e
Una delle persone che seguo su twitter.
Piccolo scambio del giovedì.
Grazie per le risate.

Mentre il regalo, cioè gli devo un caffé, ma mi sento proprio di considerarlo un regalo.
Mi è stato fatto venerdì sera da
Era rimasto scosso, sì esagero, ma nemmeno tanto… dalla visione di quelle definite confezioni di mozzarelle da

Altro

Un salto

Lascia un commento

Indietro nel tempo.

 Del tipo che…

…maledici di non essere andata a scuola un po’ di più.
Ed è troppo tardi oramai.

Dagli appunti/1

Lascia un commento

Avevo preso appunti.
Ad esempio uno era questo:
“Ricordarmi di dedicare un post ai visitatori dal Texas.Usando questo link.”

Altro

B come Brodo

Lascia un commento

Lasciali nel loro brodo, era un intercalare tipico di una persona che conoscevo.
A volte quando gli tiravo in ballo il blog c’erano dei dialoghi molto simili a questo:
“Mi hanno detto che scrivo solo stupidaggini.”
“E tu lasciali nel loro brodo!”
“Ma hanno detto che sono tutte frottole e che TU non esisti.”
“Tu sai che esisto giusto? A questi che gliene cale, lasciali…”
“…nel loro brodo. Ma sai che basterebbe poco.”
“No. Non gli basterebbe mai, prendono un dito… ti afferrano la mano e in men che non si dica ti hanno preso il braccio, conosco il genere.”
“Mi hanno scritto una mail, avrei voglia di renderla pubblica.”
“Leva i riferimenti, aspetta che passa qualche tempo, giorno o settimana e poi raccontala. Vedrai che non avranno il coraggio di dire che sono per loro quelle parole. Farebbero davvero una pessima figura.”
“Ma se levo i riferimenti altre persone potrebbero credere che dico a loro?”
“Da quando in quà ti preoccupi delle code di paglia infiammabili degli altri?”
“Certe volte… mi capita.”
“Ascoltami: chi pensa di non averti mai fatto niente di male penserà che dici a qualcun altro, chi sa che ti ha fatto del male penserà sempre, anche se metti nomi e cognomi dei destinatari, che dici a loro. Dei primi non ti devi preoccupare e per i secondi non ne vale la pena.”
“Posso lasciarli nel loro brodo eh? Anche se sarebbe un primo.”
“Esattamente, vedo che cominci ad imparare.”
“Certo che la frase di prima potrei usarla come citazione del lunedì?”
“Hai la memoria corta, la ho letta da te… era qualcosa di non ricordo chi su una scritta su un muro che tutti leggevano, ma credevano che fosse sempre riferita ad altri.”
“Acc…quindi già usata! Magari è il caso di piantarla con le citazioni allora… se iniziano ad essere ripetitive.”
“Dipende dalla citazione e da cosa ci scrivi intorno.”
 
Grazie dei consigli.
Tutti, anche per quelli che non ho mai seguito.
E grazie per non aver detto: “Però è vero che scrivi stupidaggini.”

Older Entries