Se qualcuno vi dicesse che un suo antenato nacque in Italia (o anche in alcuni altri stati) il dieci ottobre del 1582 mente.
O perlomeno non conosce la storia del calendario Gregoriano.
Che con la sua messa in pratica nel 1582 saltò dal 4 di ottobre al 15.
Qui la versione di wikipedia della storia.



10 giorni.

Che gli svedesi tentarono di sistemare in altro modo, ma poi facevano confusione e ci fu anche un febbraio con 30 giorni.
In pratica volevano levare il 29 febbraio, per un poco… così da riallinearsi con gli altri paesi, ma lo fecero una volta sola, poi rinunciarono perché… avevano altre priorità e per recuperare quel 29 di febbraio mancato misero un 30.
Nel 1712.

Poi anni dopo saltarono pure loro… dal 18 al 28 febbraio, così furono in pari.
Nel 1753.
Quasi due secoli dopo.


Sì, la ho letta su wikipedia.
Non mi sono messa a studiare i calendari.
Cercavo una parola con la G e quando sono arrivata a gregoriano ho capito di averci il post.
Senza senso, come quasi tutti i miei post. 


Buona settimana. 

Ci si rilegge al 10 agosto. (oh… di nuovo 10 😉  


Annunci