Trovarsi una chiamata sul cellulare.
E siccome se ne sta aspettando una e magari hanno dovuto usare un altro telefono decidere di fare quello che di solito non faccio mai, a questo punto quasi mai, e richiamo il numero sconosciuto che mi cercava.

Ero al lavoro e il telefono lo spengo, quindi la vidi solo quando lo riaccesi… diverse ore dopo.

Ricevere in risposta: risponde la segreteria telefonica.
Riagganciare, e pensare che se era urgente avrebbero richiamato.

Un poco di tempo dopo arriva un sms. 
“Ciao Mara.
Come stai, prima non potevo rispondere ero in riunione, scusa per stamattina la chiamata è partita per errore.”

E io ne so quanto prima, a parte che la persona in questione mi conosce visto che mi chiama per nome.
Così rispondo dicendo di stare bene, tutto ok mi sembra che scrissi, e domandando chi fosse visto che non avevo il suo numero in rubrica. 


“Sono Pinco del forum su Pallino, cosa di alcuni anni fa.”


FULMINI e SAETTE!
Rispondo quasi subito: “Pinco? Ma Pinco di Paperopoli?”


“Pure che sono di Paperopoli ti ricordavi?
Cavolo che memoria.”



E via smessaggiando. 
Pinco Pallino e Paperopoli sono per la privacy, mia e sua. 😉

Ma la persona in questione dovrebbe riconoscersi. 
Ecco.
Mi ha fatto uno strano effetto che avesse ancora il mio numero in rubrica.
Stranissimo.


E piacevole.

Toc toc toc



Enza che vuoi?


Voglio solo ricordarti che anche tu hai diversi numeri, che non chiami mai, in rubrica… e che per alcuni di loro l’unica ragione per cui sono lì è che così se ti chiamano li riconosci e puoi non rispondere. 
 
ENZA!

E vorrei ricordarti che ti ha chiamato per errore.


Taci Enza. 
Non ho mai dato a Pinco ragioni per tenersi in contatto con me. 
Non me ne importa se è stato solo un errore.
Io sono contenta dello scambio. 

Guastafeste.


No.
Non guasto nessuna festa, ti tengo solo coi piedi per terra.

Perché pensaci bene: una decade senza mai più sentire questa persona, tu potevi pure dire se ha cancellato il mio numero come ho fatto io è ovvio che non ci si possa contattare a vicenda.
Ora invece sai che il tuo numero ce lo aveva, ma nemmeno una volta ha pensato di usarlo. 

Ergo.
Hai fatto bene a cancellare il suo numero quella volta.


Certo che se legge qui ci resterà malissimo.

Mai quanto me quel giorno, credimi. 

Io ed Enza viaggiamo sempre sui binari,  io su uno lei sull’altro.
Parallele che fanno il medesimo viaggio insieme, ma senza incontrarsi.

Arriveremo da qualche parte prima o poi?

Forse. 


Annunci