Giorni fa cadeva un anniversario.
Più di uno a dire il vero, ma alla mia nonna preferisco pensare per il suo compleanno.
Due anni fa cominciavo il mio primo tirocinio del corso che stavo seguendo.
Quindi sono due anni di incontri con perfetti sconosciuti che nella maggior parte dei casi resteranno tali.
In altri casi invece si creerà un qualche rapporto perché ci si frequenterà un po’ di più.
In due anni di cose ne succedono molte. 


Capita che ti trovi a pensare a una carezza data e ricevuta poi ti trovi davanti ad un letto vuoto.
E quel letto non può restare vuoto a lungo.
In una corsia di ospedale, durante il tirocinio, o in una casa di riposo in poco tempo quel letto verrà occupato di nuovo.

E forse allora sarà vero.
Fino a che resta vuoto… potrebbe essere solo andato, o andata, via un attimo poi torna. 

Già.
Le prime volte ti dici che puoi farcela non ci stai troppo male perché sai che è semplicemente nell’ordine delle cose. 

Poi mi viene in mente forse me la prendo troppo. 


E dopo ringrazio di prendermela e di restarci male…perché il
giorno che non mi dispiacerà per la morte di qualcuno solo perché era
molto vecchio o molto malato… allora sarà bene che io cambi lavoro!

Scusate.
Giusto un promemoria.

Perché me la piglio ancora.
Anche se c’è chi pensa il contrario.
(Problema suo non mio)

Annunci