… e post senza tempo.

Chi mi legge altrove lo ha letto due mesi fa.
Scusate la replica.

Chi segue solo il blog lo vede ora.
Scusate il ritardo. 

Se una volta all’anno devi scrivere un post sul blog dove spieghi
cosa è per te un blog, e vuoi sapere dagli altri cosa è per loro, vuole
dire che sei a corto di argomenti.

O che hai deciso che lo
spiegherai una volta all’anno fino a che avrai un blog per poi andare a
ritroso e vedere come negli anni la tua percezione del blog sia mutata
nel frattempo. 



O che non rileggi mai i tuoi vecchi post e quindi non ti ricordi di averlo già detto più volte.


O che nessuno dei quelli che ti leggono ha il coraggio di dirti che
stai scrivendo per la quindicesima volta dello stesso argomento.

O
che hai abbastanza ricambio di lettori perché non se ne accorgano; i
vecchi li hai stufati e non ti leggono manco più e i nuovi si stuferanno
a breve e ne arriveranno altri a pompare il tuo ego.

Ma l’ultima potrebbe essere solo la staffilata di un coniglio invidioso. 
(Ebbene sì, sto parlando di qualcun altro non di me)

A me i mignoli non fanno scappare una ripetizione che sia una, specie alcuni di loro.
Eppure… preferisco loro al ricambio lettori.
😀
Li trovo più affidabili, loro sulle lunghe distanze potrei pensare che ci siano ancora.
 

Forse. (Lo so… qualcuno sta facendo scongiuri a raffica, NON ERA UN FORSE IN QUEL SENSO!)


Gli entusiasti esagerati che dopo una o due settimane (O due mesi, o
due anni) manco sanno che esisti… fanno più danno che altro.

Annunci