…volontarie.


Non doveva andare così, doveva esserci un altro post ai primi di gennaio.
Non un post programmato semplicemente volevo segnalare una o due cose sul blog.

Ma poi non mi è sembrato il caso. 
Ne dovevo scrivere uno qualche giorno fa, ma non mi è uscito dalle dita.


Pause.

Anche se le idee per i post del 2015 erano ben diverse.
Già.
Giusto le idee.

A volte restano tali.

O forse dalle dita era uscito anche troppo, semplicemente non lo ho postato anche qui.
Non avevo alcuna voglia di scatenare dibatitti postando di argomenti sui fatti di cronaca.
La cronaca immediata la lascio ad altri.
E anche quella non immediata. 

Mi era bastato questo nel 2013 per decidere di limitarmi nel commentare qualsiasi cosa.
O almeno provarci. 
Scelte.

D’altra parte: non ci sono date libere.



Lo pensavo anni fa e il passare del tempo non ha cambiato quel pensiero di molto.
Anzi alcune cose degli ultimi anni semmai mi hanno convinta che faccio spesso bene quando sto zitta.
O almeno quando aspetto un po’ prima di dire la mia.
Non sempre, solo spesso.

Altre volte invece non aspetto e posto di getto. (Come ora)
E non è quasi mai cosa saggia.
Ai posteri la sentenza. 

A Manzoni andrò a chiedere perdono la prossima volta che vado a Milano. (Forse)

________*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*__________

No, i link segnalati non rimandano alle cose che volevo segnalare di cui ho scritto all’inizio del post.
Erano ben altri gli argomenti.

Qualcuno un po’ di tempo fa mi ha commentato che seguirmi implica la caccia ai link.
E che faceva fatica a seguirmi.
Lo so. ^_^

I Mignoli, o almeno alcuni di loro, dicono che così faccio la selezione dei lettori e che quelli che passano ancora dopo il duecentesimo link dovrebbero ricevere una medaglia o un attestato di merito. 

Cari Mignoli, se l’attestato o la medaglia non la ho ancora data a voi altri che mi sopportate da oltre 2100 post (chi più, chi meno), nessuno degli altri potrà mai arrivarci. 😉

Annunci