Iniziamo dai biscotti.

Qualche giorno fa su facebook ho scritto una battuta scema su presunti biscotti.
Niente che i miei numerosi amici e conoscenti juventini non si aspettassero, d’altra parte voi mica lo sapete come prendono in giro questo coniglio interista invece io sì e ogni tanto mi vendico.

Quindi la battuta.
Un semplice scambio e lavoro di sintesi tra me ed Enza Cosci. *-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*
 

Ricordati che hai un sacco di amici juventini prima di fare battute sul fatto che hai terminato i biscotti.

Sintetizziamo.

Ricordati che hai amici juventini prima di fare battute sui biscotti.

Sintetizziamo ancora un po’.
 
Ricordati che avevi degli amici.


Era un dialogo iniziato quando ho letto
qualche tweet dove parlavano di biscotti e io ed Enza abbiamo capito
troppo tardi che non era la ricetta per le lingue di gatto.

Credo di essermi appena giocata tutte le mie amicizie juventine.
*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

Niente di che come potete notare e no, mi rivolgono ancora la parola.
Ce ne siam dette di peggio. 😉


La delusione è stata quella di una persona che mi leggeva che mi ha scritto:

OH… ma dai anche te te ne esci a parlare di calcio.
Che delusione.


Mia rapida replica: ci vuole proprio poco a deludere il prossimo
.

 

Annunci