Tutto ebbe iniziò con una minaccia di arrosto.
Da parte di un frequentatore della pagina di un astronauta a caso.
Il qui presente coniglio stette al gioco e forniva spontaneamente ricette e contorni.
Da quello a iniziare un racconto scherzoso ci andò un attimo.

Poi visto che somigliava molto a cose lette, da la collina dei conigli ad altre opere che non sto a nominare, non andammo avanti più di tanto.

Ma l’inizio era promettente.

Mi guardai bene dal pubblicarlo, vista l’abitudine di certi di prendere le cose d’altri e copiarsele facendole poi passare per proprie.
Adesso posso postare l’incipt.
No, non il racconto… solo quello che dette origine al tutto. 

O quasi.

“Questo articolo* scommetto che ti interessa, parlano di sterminare i conigli e i piccioni.”


“Allo sterminio dei conigli sono sempre interessato, lo sai!”


“Manco vivessi in Australia.” (Chiedo scusa agli eventuali lettori Australiani per la mia uscita)


“Non mi serve… voi conigli dovete sparire dalla faccia della terra.”


“Illuso, conquisteremo il mondo!^_^
E poi andremo pure su Marte, che è pure rossiccio come le carote.”


“Colpa della luce del sole, in realtà è marrone.
Sono già arrivati i piccioni prima di voi.
Son furbi!

Ai conigli resteranno giusto gli anelli di Saturno.”


“Saturno eh… spetta n’attimo che me lo segno, potremmo scriverci un libro: Saga Cunicola Spaziale…SCS.”


“Voglio parte dei diritti però.”


“Certo… appena mi contatta un editore** ci mettiamo d’accordo.”


“Sarà meglio.
Tanto non sono avido, mi basta il 75%”


“Senti, ma per caso conosci mio fratello? No perchè è la sua battuta di rito quando uso una sua freddura per un post!”

“Non insisto, l’80% va bene”

“Ah non c’è problema, sempre 0€ fa!”

“Poi scopri che (inserite il titolo un di libro e i suoi sequel con milioni di copie vendute a vostra scelta) lo hanno iniziato così.”

“Probabile.”

E da lì passammo a parlare di libri.
Ma questa è un’altra storia***.

A proposito di… arrosti.
Parmitano (l’avevate capito vero che la pagina era la sua?) qualche giorno fa ha postato questo tweet con annessa fotografia.

E io ci ho pacioccato un po’.

Già… a un anno dal suo rientro e un poco prima della partenza dwl capitano Samantha Cristoforetti.
Tempismo. 😀

Sì, finirò male.
Molto male. ^_^

D’altra parte se su twitter uso l’hastag #QuellArrostoParlaTroppo lo so io come mai. 😉


AH… importante:non era con lui il dialogo di sopra.
Prima che qualcuno lo pensi possibile anche solo di striscio, meglio precisarlo.

😀

     _________               Note a piè pagina              __________



 
*
L’articolo in questione parlava del Trentino-Alto Adige. E giocare con lo spazio con un’astronauta trentina in partenza per la ISS suonava bene.
Non ve lo linko, cercatevelo con google. ^_^



**
Nessun editore contatterà mai questa blogger, ma quello lo sa bene il mio compagno di chiacchiere. 😉
Almeno credo.


***
Che difficilmente leggerete su questo blog. 😀
Non voglio illudervi.