La zeta presentava una serie di incognite.
C’erano un paio di cose che mi ronzavano in testa, ma avevano sempre una connotazione negativa e mi dicevo che non avevo voglia di chiudere l’alfabeto con delle polemiche.
Certo che io mi tiro indietro a polemizzare? Strano davvero!
 

Ma a volte capita.
Insomma non mi veniva una parola con la zeta che mi ispirasse un post, poi ecco che una mia amica commentando qualcosa che le avevo scritto mi dice:
“Dai usa il tuo lato zen per vederne il lato positivo.”


OH… a parte che io e lo zen non ci siamo mai rivolti la parola, mi ricordo un post con un video di Youtube che invitava a rilassarsi guardandolo, post dei primi tempi del blog se non erro, forse ripetuto una volta, e no non ve lo passo il link stavolta. (Hanno chiuso l’account che ha postato il video, non si vede più!)

Ma finalmente avevo una parola che non avrebbe scatenato alcuna polemica.
Forse.

Ah, come mai la mia amica mi disse di cercare il lato positivo?
Niente di particolare avevo appena fatto una delle mie numerose figurine marroni e lei fu così gentile da consolarmi. E siccome notava che me la stavo prendendo troppo mi disse quella cosa.
E finalmente avevo la parola con la zeta!

La cosa simpatica fu che mentre lei mi parlava, dall’altra parte la persona con cui avevo fatto la figurina mi scriveva di non prendermela… che non era niente di grave.

Il lato positivo?
Forse non avessi fatto quella figurina marrone io e l’altra persona ci saremmo ignorate come si fa il più delle volte nei posti affollati.
Invece così abbiamo parlato un poco.
Magari risolto il malinteso non ci rivolgeremo più la parola.

 
Considerata la mia logorrea mi sentirei di consigliarglielo, e voi? 😉

Annunci