A volte ritornano.
Ritorna l’alfabeto… una serie di lettere che danno la stura a post improbabili.
Programmati in anticipo.
Alcuni di mesi, altri solo di settimane.
Magari certi solo di qualche giorno.
Quindi gli eventuali riferimenti a fatti recenti nel momento in cui li leggerete sarà puramente casuale.
E questa sarà l’apertura di ogni singolo post.

Promemoria, mica che ve ne scordaste.
E ora, se non siete scappati tutti, buona lettura.

P come pasticcio 

Secondo me a quest’ora non lo legge più nessuno il blog.
Ho fatto scappare gli ultimi tre lettori con l’idea dell’alfabeto alla rovescia.
Un bel pasticcio insomma.

In fondo doveva essere un modo per incuriosire a leggere, ma avrei dovuto mettere un collegamento tra un post e l’altro che facesse venire voglia di leggere il seguente.
Invece l’unico collegamento è la scrivente.

Come direbbe qualcuno che leggo: manca la trama orizzontale, c’è solo quella verticale.
Ops… per i tre lettori che non dovessero essere scappati.

  • Trama orizzontale: la trama degli episodi si sviluppa su un dato tema che si porta avanti per tutte le puntate seguendo per l’appunto lo sviluppo orizzontale dell’intera serie. (The killing, ad esempio… mai seguita… ma leggo!)
  • Trama verticale: la trama si esaurisce con il singolo episodio, completamente slegata dal seguente e dal precedente. Il solo punto in comune sono i protagonisti, ma non sempre. (CSI e similia… seguiti, lo so!)

Ecco, mi sa che non ho dato nessuna trama… né in un senso né nell’altro.
Ci sta solo… una sequenza di lettere e parole… a volte sensate a volte no.
Come far scappare i propri lettori.
Tutti.

O no? Rassicuratemi. 

Avete tre giorni di tempo.
Come perché?
Non ve ne siete accorti?

Allora è vero che non legge e non commenta più nessuno.


 

Annunci