Lo so,  non ho nessuna fantasia con i titoli dei post.
Ma i trenta minuti sono il tempo che ogni due giorni circa mi vengono generosamente concessi da mio fratello al suo pc.
All’incirca.
Potrà sembrare poco, ma mi permette almeno di leggere i posti che bazzico di solito… bazzico?
Che italiano parlo?
Fa niente.
Volevo giusto scrivere due righe.
In trenta minuti me la cavo a leggere un sacco di cose, ma scrivere… quella è un’altra storia.
Più  o meno.
Perché volevo a tutti i costi scrivere? Uhm… diciamo che sono una fissata pignola e ve lo spiego meglio alla prossima mezz’oretta.

Forse.

Annunci