… luglio.
Due mesi fa ero in ospedale, non a trovare i soliti malati, ricoverata.
Non avevo voglio di parlarne allora, ma non me ne è venuta ora perché sono passati due mesi.
Era giusto un promemoria, tanto per mandare a fanbrodo chi quando ho scritto due righe mi ha detto:
“Oh scrivi, quindi stai bene.”
Ho scritto per tutto il tempo del ricovero, e no non sto bene.
Solo che mi piace troppo scrivere per non farlo solo perché degli idioti credono che se uno scrive sta bene.
Tanto loro restano idioti lo stesso.
Non spiego, l’etichetta dice tutto… o quasi.