… non è ancora arrivata.
In compenso sono quasi esplosa per altro.
Vedo una persona che parcheggia sulle strisce pedonali, dove non deve parcheggiare nessuno nemmeno se ha un permesso per disabili, quindi non mi curo nemmeno di guardare se ha il suddetto permesso o meno lì nessuno deve mettere la macchina, punto.
Lo faccio presente alla persona quando apre la portiera dell’auto: “Guardi che lì non è parcheggio, non può lasciare quì la macchina.”
“Tanto devo solo andare lì un minuto.”
Mi guardo in giro, di parcheggi liberi* e non sono nemmeno a pagamento ce ne sono, quindi è proprio solo il fatto di averci la macchina a meno di dieci metri che conta e mi irrito un poco. (Non che il fatto dei parcheggi a pagamento sia una scusante dalla maleducazione, ma teniamola buona come attenuante.)
“Scusi, forse non mi sono spiegata, lì non devono essere messe macchine mai, nemmeno per un minuto.”
“Ma si calmi un po’ eh!”
E se ne va lasciando la macchina lì, e ridendo della sottoscritta con chi incontra due metri più in la indicando la povera nevrotica che ha pretese assurde. Sì avere rispetto per le regole è assurdo per certi soggetti.
Ora il “si calmi” visto che ho un tono di voce un po’ stridulo, lo posso anche capire. (Mica tanto, ma faccio finta di sì, va bene?)
Ma la presa in giro quando TU: pezzo di idiota (Unisex non ve lo dico se era un uomo o una donna!) stai facendo una cosa sbagliata per cui sarebbe il caso che ti arrivasse pure una multa… ecco quello no.
La tentazione di fare una bella foto alla macchina e di postarla sul mio blog la ho avuta.
Ma temo che le questioni sulla privacy mi metterebbero nei guai.
Però questa persona farà bene a sperare che non mi ricapiti a tiro.
E no, la macchina non era un SUV… visto che molti hanno la tendenza a dire che sono quelli che guidano i SUV ad essere cafoni… è eccessivamente generico i cafoni esistono anche con le 126 o le 500.
No, non era una 126!
Meglio che lo preciso, non ce ne sono molte in giro vuoi mai che metto nei guai quelli che le guidano?
*Ho precisato la cosa dei parcheggi per una sola ragione, non giustifico, ma capisco(poco, molto poco sono poco tollerante con mia madre figuriamoci con gli estranei!) chi non essendoci un solo parcheggio si ferma corre a sbrigare la cosa più veloce che può e si sente anche una merdina mentre lo fa, però con tutti i posti liberi lo ho veramente trovato un comportamento arrogante e maleducato, anche se poco ma sicuro quella maleducata per la persona in questione sarà certamente io.
E se lo racconta nel suo blog posso anche immaginare i toni.

Avevo da consegnare una cosa in ufficio, dieci secondi netti tra il salire le scale e scendere e ho parcheggiato un po’ come capita, ma sono di corsa. E trovo questa isterica che mi dice che lì non è un parcheggio.

Ma fatti i cavoli tuoi. Sono di fretta io.

E mi domando se si mettano mai nei panni di chi arriva davanti alle strisce pedonali, magari su una carrozzina o usando un deambulatore, e non può passare visto che a destra e a sinistra delle strisce ci sono auto parcheggiate e sulle strisce pure… e tutto perché altri hanno fretta.
No, non lo dico perché ora ho spesso a che fare con persona con problemi di deambulazione era una cosa che mi dava noia fin da bambina e senza manco sapere che in altri paesi c’è un altro rispetto per le regole e per le persone.
Figuriamoci dopo aver scoperto che altrove la persona di sopra sarebbe stata multata senza colpo ferire altro che dire a me di calmarmi.
Annunci