…le spiegazioni sui due mesi di silenzio.
L’anno appena trascorso era stato personalmente un incubo sotto molti aspetti.
E quello appena iniziato non pare promettere meglio, ma non mi va di tediarvi.
Ma dopo 10 mesi di post non avevo nessuna voglia di fare la solita sequenza di post acidi sul mese di dicembre,  chi si è beccato i commenti nei rispettivi blog lo avrebbe preferito lo so bene.
Ma ho cercato di trattenermi.
Sappiatelo.
All’inizio l’idea era di fare pausa solo a novembre, poi a dicembre postare un paio di foto pacioccate tanto per fare sorridere un pochino. 5 post era l’idea.
Però…ci sono stati alcuni avvenimenti durante il mese di novembre che mi hanno fatto decidere di non farlo.
No, non è tra le cose successe il fatto che Spiessli si sia aperta un blog per conto suo; questo post era pronto da prima.
E quando poi ho notato una cosa… la decisione era presa.
Cosa avevo notato?
325 post nel 2011.
3+2+5=10
È vero potevo scrivere 45 post, sì ce la potevo fare facilmente i tweet e i commenti nei blog altrui potevano tranquillamente diventare post ed erano più di 45.
325+45=370 3+7=10
Ma mi piaceva troppo questa sequenza: Questione di tempo. Basta. Yeah!
E il numero tondo andava benissimo.
Non capite la sequenza?
Mi capivo io e tanto mi bastava.
Sì adesso la pianto con la cosa del numero tondo e dei multipli di 5.
Ho un altra idea che mi frulla per la testa per il 2012.
Ma stavolta non ve la spiego. Dovrete arrivarci da soli.
Ammesso che ci sia ancora qualcuno che legge in queste lande.
PS
Questo post era pronto in bozze su blogger
Prima di crearmi il doppione qua sopra.
Lo ho lasciato così com’era.
Pigrizia proverbiale proprio.