Eh… no l’etichetta con l’acronimo WC non si riferisce al water.
Effettivamente forse per White Collar dovrei evitare l’acronimo.
Ma poi come faccio con le altre serie tv, tutte le ho messe lì con solo le iniziali.
Sarebbe un ingiustizia.

Ah… volete sapere del titolo?
Lo so che è presto per mettermi già a parlare del Natale, ma la visione di un episodio in replica, settimana scorsa, mi ha ispirata.
Sì ci ho messo una settimana per avere il tempo per abbozzare questo post.
Me la sto prendendo comoda, non si capiva?

Sì il titolo. Arrivo.
Notata l’etichetta errori? Doppiaggio.
Che io la serie me la sono vista pochi mesi fa, in ritardo di un anno sulla messa in onda, ma mi son guardata la versione originale sottotitolata.
E ci sta questa scena, tranquilli non vi spoilerizzo.Che chi non ha sky, o non usa il pc, magari non ne ha visto manco un pezzettino.
Insomma ad un certo punto uno dei personaggi chiama un tale al telefono e quando questo gli domanda se sa chi è lui(Traduco: mo te disfo!), gli replica: Certo Tu sei Steve, vero?
Ironia da…provaci!

Ora evitando di spoilerarvi, alcune scene dopo il nostro tizio ironico lo richiama, il perché sarebbe spoiler e non ve lo posso dire, e gli dice: Ehy Steve, ma non chiami più?

Nel doppiaggio italiano, la prima telefonata è riportata corretta… quindi lo chiama Steve.
Nella seconda chiamata esordisce con un: Ehy Babbo Natale!

Ma da dove diamine gli è uscito?
Cosa caspita c’entrava?
Dove lo hanno sentito i traduttori?

No ecco, questo post è la risposta a chi mi ha chiesto come mai preferisco le versioni originali con i sottotitoli.
Per cose come queste!
Poi mi guardo anche le versioni doppiate, ho da avere una vena masochista mica da ridere, dovrei prendere provvedimenti.

E no… continuerò a parlare solo di telefilm e di cavolate ancora per un bel pezzo, per le cose serie cercate altrove, non è aria.

O forse lo è troppo e non ho alcuna voglia di scriverne.

Annunci