…la mia mamma… ieri sera è stato facile.
Le ho dato un arma contro le mie prese in giro, la sentieripedia.

Ora che Sentieri è finito, anche se in Italia per arrivare a pari mancano ancora un po’ di puntate, le ho iniziato a far leggere la storia che sul sito della Soap Opera stanno mettendo online.
Il guaio è che mi ci diverto io a leggere certe cose.
Tipo di come l’autrice principale facesse ammattire chi lavorava con lei, ma la spuntava sempre.
Tipo i riferimenti a precisi fatti di cronaca, ovviamente romanzati ed esagerati all’eccesso, come ogni finzione che si rispetti.
Tipo un riferimento del 1946 che potrebbe far fischiare le orecchie a qualcuno. Ma per fortuna non leggono nei blog in italiano. ^_^
Tipo…no sentite, dategli una sbirciata. Poi mi dite.

È che quando ho scritto un pezzo ironico sul fatto che i telefilm tendessero a diventare piccole soap per cui quando perdi qualche puntata ne perdi il filo, anni fa, non avevo idea di averci preso così bene.
Anche se tocca dire che i telefilm/serial di oggi… non inventano niente reimpaginano solamente, il trucco sta nel come si sa reimpaginare.

No… non faccio l’apologia delle soap opera, praticamente salvo solo proprio Sentieri, ma non quella degli ultimi dieci anni che manco guardavo, no quella dei primi anni, quando sperimentavano e provavano, anche rischiando. Nostalgica che non sono altro, sono chiaramente nata nel secolo sbagliato.

Lo confesso sto aspettando che arrivino negli anni 80, ora sono al 52.
E ve lo spiego quando ci arrivano cosa aspetto.

Le mie prese in giro?
L’avete notata l’intestazione sotto il titolo del blog?
Mia madre la nota.
Era giusto che avesse la sua rivincita.
Su questo blog.

Annunci