Di nuovo in palestra.

L’istruttore è magnanimo e mi lascia il tempo di riprendere la giusta confidenza con gli attrezzi.
Lascia il programma da eseguire, mi fa capire che si aspetta che me lo ricordo dal mese scorso e io mi ci metto di ingegno per non deludere le aspettative.
Per fortuna la memoria a breve termine è un colabrodo, ma quella per le lunghe distanze sulle cose ormai imparate da tempo, funziona meglio, non bene solo meglio.

Camminare, sollevare piccoli pesi, che fatto per molte moltissime volte di seguito funziona meglio della ginnastica della First Lady USA per tenere toniche le braccia, purtroppo per me solo per loro.

Pensa te, e mi pagano pure per farlo!

La cosa un po’ difficile è fare gli stiramenti alla fine, in una vera palestra non mi riderebbero dietro, e davanti, quando mi stiracchio per alleggerire la colonna vertebrale.

Ma finché mi riesce di ridere anche io con loro, non è che la cosa m’importi poi tanto.

Erano, sono e saranno sempre altre le cose importanti.

Non ultimo il fatto di avere delle persone, ed anche uno stipendio, su cui contare.
Un po’ venale dite?

Eh gente le bollete da sole in posta a pagarsi non sono ancora mai andate, per quante volte abbia cercato di insegnarglielo.

Buonanotte

Annunci