Home

Non verrà nessuno…

Lascia un commento

…lo so bene.

Ma prima di abbandonare del tutto il forum ho voluto fare un’ultima prova.
E con questo penso che l’argomento JAG sopravvivrà, in questo blog, solo quando mi troverò a spiegare le origini del mio nickname.

E forse manco per quello.

Saranno altri ad andare avanti sull’argomento, io lascio.
E probabilmente era anche ora.

Annunci

Informazioni utili

Lascia un commento

Siete pratici di viaggi all’estero?

Avete sempre viaggiato solo in paesi della comunità europea dove bastava la carta d’identità o siete anche andati dove serviva il passaporto?

Siete in regola con la marca da bollo?

Ecco nel caso abbiate dei dubbi vi segnalo un post dove trovare utili informazioni, ad esempio se non espatriate al di fuori della UE, inutile pagare la tassa, per quell’anno, e di controllare la data in cui avete fatto il passaporto, prima di pagarla.

Leggete il post che segnalo e capirete.

Dove lo segnalo?
Ahem… cliccate sulla parola sottolineata.

^_^

Ultimi giorni…

Lascia un commento

Non è possibile.
Volate via le prime tre settimane, e metà della quarta, di già?

Guarda che scrivere queste cose quando manca ancora un mese quasi alle ferie è un po’ da masochisti!

Solo un po’?
E poi come fanno a sapere che l’ho scritto un mese fa?

Quelli che si ricordano dello scorso anno di dubbi non ne avranno.

Ma se quest’anno ho mandato tre sms di numero!

Io sapevo due? Il terzo a chi?

Dormivi? ^_^

Bestiola, che hai combinato durante la mia assenza?

Te lo spiego a settembre, se me ne viene voglia.

Oh povera me!

Già.

E questa?

Così! Me l’ero scordata l’altra settimana!

E non ce la potevi aggiungere? Chi se ne accorgeva il post è la programmato, correggilo, no?

Troppo facile e poi… mi piace di più lasciarla qui.

E allora dilla giusta, non te la sei dimenticata, l’hai tenuta da conto!

Polemica e pignola attaccabrighe che non sei altro.

Oh sì! Tremate sto tornando.

Che fai minacci? Guarda che due o tre lettori ancora li teniamo.

E quanto li paghi di grazia?

Io niente, sono loro che sono masochisti!

Porelli.

Quiz… familiari.

Lascia un commento

Questa sera a cena c’era la televisione accesa, su un gioco a quiz.

Uno dei giochi consiste nell’indovinare una parola, uno dei concorrenti deve azzecarla mentre gli altri suoi due compari dicono una parola ciascuno fino a dire una frase che faccia capire qual’è la parola misteriosa.

Esempio, la parola computer.

cosa
usi
per
mandare
e-mail

Il concorrente ha dato la risposta esatta.

Ma la cosa divertente, per me, è stato mio fratello che se ne esce a dire:
Sorella

Riferendosi al fatto che a lui le e-mail le mando io, ricordate segretella di qualche mese fa?
E sì lo ha scoperto, ma la cosa lo ha divertito, per fortuna.

Per chi vuole sapere che succede sabato, eh… passate e saprete!
Se ve lo dico prima tanto vale.

^_^
Sì, sono perfida.

E io che mi credevo originale!

4 commenti

Un sacco di tempo fa avevo spiegato una delle cause della mia Sindrome Ombelicus Mundi.

Era il gennaio del 2008, qui.
C’entrava il mio nome, e ci avevo solo riso su.
E poi era una cosa che capitava quando ero piccina, ben più di tre decenni fa.

Ed invece vado a scoprire che ci sta pure un agenzia pubblicitaria con quel nome lì, marameo, ma è un’altra Mara ad aver registrato l’idea, nel 2000.

Speriamo non mi accusi di plagio per quel mio posterello.
Secondo voi devo levare quel post di torno?

O dite che non gliene cale?

Rischi che ti dicano di chiudere del tutto il blog, visti i tuoi exploit agostani.

Ma te…niente.

Oh, non controbatti? Vuoi far nevicare?

Già.

A far piovere pensa UPI!

Zitta, o ci manda Squaw con tanto di tomawahk!

Duetti…

Lascia un commento

…e non solo.

Buona settimana.

Meno di un minuto

1 commento

Un minuto per salutarsi.
Un’abbraccio veloce e via, direzioni e mondi diversi, forse solo per un poco, forse per sempre.
Un’addio o un arrivederci? E chi lo sa.

Un minuto per ritrovarsi.
Incrociarsi alla stazione, coincidenze della vita, arrivare per partire e incontrare chi non si vedeva ne sentiva da anni, ma il treno sta per partire.
Santo blocchetto sempre a portata di mano, ora non perdiamoci di nuovo va bene?

Un minuto di silenzio.
Per tutti quegli incontri mancati e le cose non dette.
Per le cose dette quando sarebbe stato meglio il silenzio.
E per ricordare le risate fatte.

Un minuto per sorridere.
All’idea della faccia che faresti sapendo di finire su un mio post, così senza nome, senza riferimenti, senza luogo o tempo.

Un minuto per piangere.
All’idea che non ci saranno altri sorrisi ad un cavolata detta, o ad una spiegazione su una cavolata scritta, che era divertente il doppio quando dovevo spiegarti da cosa era nata un’idea che l’idea in se.

Un minuto per ringraziarti.
Il tempo che mi ha preso scrivere questo post.

Ah lo sai?
Secondo il contatore oltre il 90% delle visite al mio blog non durano nemmeno un minuto.
Dicevi bene: Passano e fuggono a dita levate.
Però tu leggevi, sempre.
Grazie

Older Entries Newer Entries