Era venerdì scorso quando vi ho passato questo dicendovi poi spiego.

Ora a distanza di qualche giorno non son poi certa di volermi lanciare in cervellotiche spiegazioni.

Provate solo ad immaginarvi la temperatura che può esserci in fabbrica e meno male che non lavoro in fonderia -fratello e zio docet.

Per cui un riferimento all’Africa poteva anche starci.

Settimana scorsa poi facevo due dieci, e se al mattino si può contare su una leggera frescura, di giorno pieno te la scordi, ed alla sera parte anche l’invasione di zanzare.

Poi il filato, con colori dai nomi evocativi.

E non Aubergine per dire violetto o Fumé per dire grigio.
No erano cose cose come savana, foresta, deserto… dite che era solo un caso?

Probabile, ma è stato d’ispirazione e mi sono messa a cercare qualcosa di adatto, quando sono incappata in quel video con quella musica.
Non ho resistito.

Per poi fischiettare il motivetto di Nata Lbera per tutta la giornata, facendo sorgere -a collega che vedeva come me Dexter- qualche dubbio per la sua incolumità.
Da li la precisazione.

Evidentemente non vedeva Nata Libera, o avrebbe colto, forse.

Buona settimana.

(Chissà che colore ho tra le mani quando si posta questo?… ve lo dico domani!)

Annunci