Home

Digestione

2 commenti

Tempo fa una mia collega mi ha vista leggere mentre facevo la pausa mensa.
Se ne è uscita dirmi che a leggere mentre si mangia poi non si digerisce bene.

Non so come ho fatto.
La risposta mi è salita spontanea.

“Sono altre le cose che non digerisco!”

Sempre simpatica e cordiale io.
Se mi morde un cobra secondo me poi tocca chiamare un erpetologo che se ne prenda cura.

Però voi che le avreste detto?
Suggerimenti diplomatici per le prossime infelici uscite?

Anche se, a ben pensarci, sempre meglio lei che quello che al mio: “Finalmente me ne esco un po’ in bicicletta”.
Mi ha detto: “Ah ma sai che hanno investito uno giorni fa?”

Grazie del pensiero, davvero!

No dico meglio la storia della digestione che magari ha pure ragione lei e dovrei leggere dopo o prima e non durante il pasto, che la nuvola di sfiga evocata dall’altro.
O no?

No dico, poi hanno il coraggio di domandarmi come mai diserto la pausa mensa.
Con questi soggetti altro che problemi di digestione.

E no, lo so bene che vista dal punto di vista degli altri è la stessa cosa, tendo ad essere noiosa, pedante e pesante.
Al che un bel libro è un ottimo modo per evitare di mettersi nei guai con conversazioni che è meglio non avere.
Almeno in certi giorni.

Ossia quando IO sono sversa come una biscia!
E no, non sono quei giorni là, che almeno sarebbero un attenuante.
Il carattere di mer…coledì io lo tengo 30 giorni al mese, garantito.

Buona giornata

Annunci

Un pesce di nome Sandra

Lascia un commento

Dai non potevo farmela sfuggire, anche perché conosco più di una Sandra, che spero non leggano questo blog o si spaventerebbero, pensando magari che io voglia far loro alla brace, che si sa coscette di coniglio e pescetti vari vengono di un bene arrostiti.
Vipera se leggi… perdonami, so che sei vegetariana, ma suvvia dai non metto manco la ricetta!

Tornando alla notizia web dell’etichetta.
Io sapevo del film un pesce di nome Wanda.
Ignoravo che vi fosse una specie ittica che si chiamasse sandra, ora lo so.

Si impara sempre qualcosa.
Combattivo il pescetto.
Alla faccia.

Oh alle Sandra, si scherza né!
E non commentate, o vi fate sgamare da chi non sa chi mi legge o meno.
Me compresa.