Home

Preghiere…

Lascia un commento

Ho fatto in tempo a postare.
A programmare un paio di post che usciranno nei prossimi giorni.
Non ho voglia di stare li a levare la programmazione o a togliere i post pubblicati oggi.

Ma la notizia che mi è piombata addosso meno di dieci minuti fa è di quelle che mi farebbero cancellare l’intero blog.

Mi trattengo solo perché so che me ne pentirei e non potrei più recuperarlo.

E tutto quello che mi ha saputo dire chi era all’altro capo del telefono è stato:
Diciamo qualche preghiera…e io avevo appena scritto di non essere molto religiosa.

Ci sta una piccola vita appesa ad un filo e non voglio pensare che possa spezzarsi.
Mi rifiuto di considerare che domani potrebbero dirmi che non ha passato la notte.
Non deve succedere.
Non è giusto.

Perché?*

Non commentate questo post perfavore.
Lasciatelo da solo come un grido.
Perchè sarebbe la sola cosa che ho voglia di fare adesso.

E non badate a quello che vedrete scritto domani, e poi ancora.
Era stato scritto prima.

Prima di sapere.

*22.30
Passo a dare una veloce correzione.
Le notizie sono che piccola peste reagisce bene alle cure.
Rimane grave e stanotte non dormo di certo, e non oso pensare a come stanno gli altri.
C’era qualcosa di buono e mi sapeva di giusto condividerla.
E un pochino prego.
Male non fa.

23.50
Nella fretta di sfogarmi non mi sono resa conto di una cosa.
Chiarisco, non si tratta di conoscenza da blog.
Non volevo spaventare nessuno.

Annunci

T.d.B.

1 commento

Il titolo.
Se non trovo un titolo non riesco a scrivere un pezzo.

L’acronimo che ho usato ve lo spiego un’altra volta, ma secondo me ora della fine, se reggete a leggere fino in fondo vi arrivate da soli.
Jane non suggerire.

Molto tempo fa mio nonno mi spiegava che un modo certo per litigare con la gente era parlare di politica o di religione, secondo me glissò sul sesso per la mia tenerà età.
Avrei capito cosa intendeva solo molto più avanti.

Ma mai tanto bene come un giorno su una panchina.

Il parco* II puntata

*Devo fare subito delle precisazioni, prima che proseguiate a leggere.
1-Non tutto quello che scrivo su questo blog è vero al 100%, mi tengo un buon margine di 5% di frottole per mischiare le carte e non beccarmi qualche querela.
2-Nei racconti etichettati come Parco non mi riferisco solo al parco della mia città, era quello che intendevo quando ho detto che negli editoriali sul parco stavo mischiando le cose.
3-Ogni riferimento a persone che hanno interagito con me è casuale, potrei star riferendo i racconti di altri, come una persona alla fine di un noto TG che non nomino, ci ha già pensato un altro a parlarne, qui, sciorina le ricette delle sue amiche, magari sono sue ma facendo così se esce na schifezza voi ve la pigliate con le amiche mica con lei.
ecco io faccio il contrario dico che sono mie cose che magari sono di altri, se esce na schifezza…ops… diamine ve la pigliate con me!

Ops… dite che è poco credibile che io non parli di me sola solamente?
Oh allora devo proprio scrivere bene come mi hanno detto.

Ah state per ammutinarvi che il preambolo del post è eccesivamente lungo?
E che dovrebbero dire quelle persone che erano a conoscenza del primo incipt di questo post da diverso tempo e non hanno mai letto il seguito?

Muoviti a postare!

Ecco cosa mi hanno detto.

Sì gente, questo è quel post là.

Seduta su di una panchina, sto leggendo l’ultimo sms ricevuto, sento una voce domandarmi il permesso di sedersi.
Alzo lo sguardo un po’ stupita, va bene che sono larga, ma sono seduta da un lato, la panchina è lunga, mica la occupo tutta diamine.

“Non l’ho pagato l’affitto, si accomodi.”
Tento di buttarla sull’ironico, senza scherzare sul mio fondoschiena voluminoso, ma la mia battuta scatena una serie di spiegazioni.

“Vede non volevo che pensasse ad un approccio, dato che io sono un uomo e lei una donna.”

Ma guarda, m’era sfuggito d’esser esponente di sesso femminile.
Mi scappa di pensare, e mi sa che mi si legge anche molto bene in faccia, che all’approccio non avevo proprio minimamente pensato, fino a quel momento.

Probabilmente l’uomo non coglie il gelo di imbarazzo che sento io, non che abbia qualcosa contro i broccolatori, ma almeno non mentite in maniera così spudorata, ah no sarebbe una contraddizione in termini.

Come?
Dite che il poverino mi ha solo detto di non fraintendere, oh sì lo so bene e se si fosse limitato a quella frase quell’incipt non sarebbe mai partito e questo post non sarebbe mai nato.

Se avesse attaccato bottone parlando del più e del meno idem.
Dal momento che armeggiavo con il mio blocco notes anche le domande su cosa stessi scrivendo potevano starci, magari gli rispondevo che erano cavolacci miei, ma erano domande accettabili.
Ma no, magari sarei pure stata cortese e gli avrei spiegato che tengo un blog e mi diverto a raccogliere racconti da pubblicare.
A volte mi riesce, la cortesia intendo.

Ed infatti stavolta lo faccio, sono gentile per una volta e alla domanda cosa sto facendo spiego che sto trascrivendo le didascalie per le foto che ho fatto, dato che poi temo di dimenticarmi cosa volevo scrivere mentre le scattavo, esatto ho con me la mia fedelissima macchinetta.

Insomma mentre io rispondo cortesemente alle domande, questo è plagio dalla macchietta di Veltroni che faceva Crozza…cortesemente pacatamente… diamine ma come faccio a ricordarmi certe cose?(Lo dico solo per evitare la denuncia di Crozza che vi credete?)

Ops scusate divagavo. Una persona che conosco con un blog privato se mi legge mi accusa lei di plagio.(No, vero?)

Torniamo in argomento, la mia gentilezza forse fa pigliare lucciole per lanterne al tizio in questione, insomma piglia la cosa per interesse e passa a parlare di filosofia, che passi con l’analisi dei momenti delle foto ci può anche stare… l’accusa di broccolaggio li non era ancora partita.

Dalla filosofia si passa alla religione e li capisco meno, le foto non sono di luoghi di culto o similari, ma al mio – Non sono persona molto religiosa – ecco che improvvisamente divento una persona equilibrata, parole sue.

Ed il modo ed il tono, oltre che le altre cose che poi vennero dette erano da broccolaggio, e sono abbastanza certa che se io avessi detto il contrario, di essere molto religiosa, allora la tattica sarebbe stata semplicemente di dire che grazie alla fede ho un buon equilibrio.

Assodato che non soffro di labirintite, per ora almeno, se sa mai.
Capisco il tipo, che avevo solo intuito dall’esordio.
La balla iniziale mi dà troppo fastidio.

Insomma se non era un approccio quello non so che era.
Però non ho voglia di fare quella antipatica, che prende e se ne va spocchiosa.
Lo lascio parlare un po’, dopo che ha preso un bel po’ di corda, spengo la mia macchinetta chiudo il blocco, lo ringrazio per la chiacchierata e gli dico che farò presente a mia zia suora che io potrò anche venire scomunicata a breve, ma che se lei ha problemi con l’equilibrio forse non è tutta colpa della labirintite.
(E dopo questa mia zia non mi fa scomunicare, mi fa direttamente fuori lei)

Il tizio ha intanto capito che io troppo equilibrata non ho da essere.

E io forse ho capito come mai alcune donne abbiano perennemente l’aria di tirarsela, forse per evitare simili ridicole situazioni.

Che debba prendere lezioni?

O devo smettere di sedermi sulle panchine a prendere appunti!

Specie se sono da sola.

Uffa!

^_^

L’acronimo non l’avete capito?
Tentativo di Broccolaggio.

Grazie Jane per il suggerimento.

E grazie anche alle altre che hanno aspettato tutto sto tempo.

Poi proseguiremo con gli altri pezzi… piano piano… senza fretta!

Posterello per Annuncio

1 commento

L’ho promesso in un commento.
E non posso mancare a certe promesse.

Dedicato a Zauberpargolo.

Benvenuto piccolo.

Lo avevo detto che era giusto un posterello.

(Precisazione per chi ha letto i miei ultimi due post, questa notizia non c’entra nemmeno di striscio con quello di cui per ora non parlo. Prima che mi vengano a domandare se sto per stare a casa in maternità è meglio mettere un paio di puntini sulle I)

La marmotta a volte da anche le risposte!

1 commento

L’etichetta in basso è QDM= Quesiti Della Marmotta.
Ma a volte le marmottine hanno la risposta, forse.
Il commento è a questo post, lo so che è appena sotto, ma uno potrebbe arrivare da una pagina che linka solo questo post ed allora non capirebbe a cosa risponde.
(Pignola all’opera!)

Fayaway ha detto…

Ecco una serie di ipotesi più o meno plausibili.
– ti hanno sgamata con le dita nel naso;
– ti sei iscritta a Facebook;
– ti hanno scoperto mentre limonavi con un collega nello sgabuzzino delle scope;
– ti è scappata una megascoreggia;
– ti candidi alle europee;
– hanno trovato delle tue foto senza veli su un sito.

Escludo di candidarmi per qualcosa, già dato non a livello nazionale e non intendo ripetere l’esperienza.
Se trovassi mie foto senza veli credo che… mi domanderei chi è il malato che ha avuto lo stomaco di fotografarmi.
Sul limonare mi avvalgo del diritto di non rispondere, dato che qualsiasi cosa io dica potrebbe essere fraintesa. Esattamente come il silenzio.

Resta Facebook, un po’ d’aria uscita da dietro e la pulizia delle camere(nasali).
Una delle tre potrebbe essere esatta.

Notate il condizionale.

Insomma ho sempre detto che non mi sarei iscritta a Facebook, e magari ho mentito e mi hanno beccata.
Se ho fatto una delle altre due, entrambe poco eleganti e decisamente imbarazzanti, da lasciare senza fiato una, e da dare di stomaco l’altra.

Non ve lo dirò mai.

Magari le ho fatte tutte e tre.

Oppure ho fatto un’altra cosa ancora, e… prima o poi vuoterò il sacco, forse.

Avete altre ipotesi?
A voi proseguire.
Credevate svelassi oggi?
E non l’avete vista l’altra etichetta?

Presto svelo l’arcano mistero!

Se sopravvivo a questo post.

Ah, fuori tema:

Fayaway sono troppo contenta che hai trovato lavoro.

Buon fine settimana*.
A tutti.

*correggo o no?
Credevo di aver programmato il post per domani mattina ed invece si è postato subito.
Insomma il buon fine settimana ve lo auguravo domani, venerdì, mica giovedì.
E adesso ce lo lascio!