Un titolo che per alcuni non sarà un mistero.

Un po’ di tempo fa vi avevo segnalato un post da Nonna Rachele.
Il post era segnalato qui.

Avevo commentato scherzando sul blog che avevo segnalato il giorno prima e che trattava di un argomento simile.
Nonna Rachele passò a leggermi, e non vi dico la sopresa quando me lo disse, cioè so bene che sua nipote Veronica ogni tanto passa, ma non è che quando commento da qualcuno mi aspetti in automatico le visite.

Però una cosa del suo commento sul mio blog mi colpì.
Lei scrisse, in un lungo commento non azzardatevi a giudicarla solo da questo estratto o vi mordo come i conigli sanno fare in maniera magistrale:

devi essere molto giovane per essere così arrabbiata

Io replicai appena lessi il commento:
Arrabbiati=Giovane? mmmm credo ci farò un post a tema, ma a gennaio

Gennaio è arrivato e passato da un pezzo.
E l’unica cosa che c’era del post che le avevo promesso era il titolo.

E non è che mi sia venuto molto altro da scrivere.
Però so che sta aspettando che lo scriva e allora volevo provarci, ma non mi veniva in mente nulla per riempire le righe del notes e di conseguenza da trascrivere qui sopra.

Che abbia ragione Nonna Rachele?
Ok son due volte maggiorenne e un toc, frase presa in prestito da altri trentaseienni di mia conoscenza, ma la testolina è da scuola materna, quindi giovanissima.

Ok la parola giusta sarebbe immatura.
Insomma il post proprio non mi viene.

E la qui presente piccola peste da Asilo Mariuccia domanda scusa pubblicamente a Nonna Rachele per la promessa mancata.

Annunci