Home

Brutalmente… sincera!

2 commenti

Io e la mia mamma abbiamo un rapporto che molte mie amiche un poco invidiano.
Sì… quelle amiche che non sanno cosa costa creare un rapporto del genere.

Quelle che invece lo sanno, sante donnine, invece di invidia sono ad un friccichino dalla compassione per la sottoscritta, le frena solo la consapevolezza della loro fine ingnobile se osassero compatirmi.

Io crotalo bonsai sono… questa è uscita oggi passando da CEPPA!

Sincerità, anche quando è brutta sempre.
Mai dire dietro quello che non si tiene il coraggio di dire davanti.
Non mandarle mai a dire tramite terzi, che poi riportano male quanto detto.
Chi parla solo dietro è come l’acqua sulla schiena di un anatra deve scivolar via.
E siccome sta dietro e con il di dietro ci faccio una cosa sola, quello sono: mer…coledì!

Queste sono alcune delle perle materne in fatto di saggezza… il che crea un rapporto a volte conflittuale e pesante, ma oddio quando non ci sono grosse magagne in vista, non più del solito va là, è quasi bello, sai di non doverti mettere una maschera anche in casa.

Il mio problema, uno dei problemi, va là, è che… non riesco a mettermela manco fuori.

Vedasi sul lavoro dove manco davanti ad uno dei capi(Uomo o donna non fa differenza per la sottoscritta) sto zitta se credo di aver ragione.

(che poi ce l’abbia davvero è un altro paio di maniche)

Non le mando a dire, e farei meglio ad imparare, ma ho sempre preferito il confronto diretto.
Quasi sempre, ci stanno un paio di situazioni che sto evitando come la peste.
Visto che so che non posso risolvere sto a guardare, ma senza l’intento di far danni, solo per…stanchezza!

Vedasi fuori, dove gli amici fanno presto a prendermi in giro suscettibile come sono, tipo qui.

Vedasi in internet, dove tendo a mettere pochi filtri, tranne quelli del buon senso per non vedermi licenziata se beccan certi miei post… tipo questo!

Perché la mia mamma non è stata un po’ più brava ad insegnarmi la sottile arte della menzogna protettiva?
Perché ha voluto che imparassi da sola e io come autodidatta faccio pietà?
Perché sto per inguaiarmi, non con la mia mamma che i post li legge solo se glieli anticipo io, con sto post senza ne capo ne coda?

Bho!

Ah sì, le amiche e gli amici.
Sante personcine che fanno da salvagente a sto coniglietto rompiscatole, spero solo non si stufino mai, e non mi passino un ancora!

Quelli si domanderanno e il motto di House? Tutti mentono?

Mentivo!

(Sempre House docet comunque)

^_^

E’ meno grigia di come appare da fuori, ma è più grigia di come vorrei che fosse… eh già l’erba voglio… quella del giardino del re!

Mai contenti vero?
MAI!

(Lo so… sto esagerando con i post autocitativi. Sì la smetto… tra un poco la smetto!)

nonsolouna…

Lascia un commento

…persona che lavora con me mi legge!

Panico!

Ok… no va tutto bene.

Il fatto è che io venerdì scorso avevo raccontato una cosa senza specificare troppo, e speravo di aver dissimulato bene il dove e il come, cioè sul lavoro genericamente.

Ma quanto bene l’ho capito solo andando al lavoro in questi giorni.

Più di una persona mi ha domandato:

“Ma come lo sapevi che ti leggevo?”

Eh sì… perché la frase usata non l’ho mica detta ad una sola persona.
Di volta in volta la usavo come battuta… sperando che non avesse già fatto il giro dell’azienda… ergo sono insopportabile come collega, capite come mai dico che ho dei santi colleghi?

E devo esser stata così brava a scrivere senza dar indizi che ognuna di loro ha pensato:
“Dice a me!”

Ahem… sì dicevo ad ognuno di voi.
Però non aspettavo che foste così tanti a leggermi!

E no, ho solo supposto che alcuni leggessero le mie sciocchezze, nessuna certezza… fino a lunedì mattina!

Ehhhh…mi raccomando che nessuno mi venga vicino con uno spillone… tanto ci pensano altre cose a tenermi con i piedi ancorati per terra.

Per ora!