Fila alla cassa.
Il sabato non è mai il giorno giusto per il supermercato, ma a volte è l’unico.

Prendere in mano il cellulare, non per le foto, il mio non ne fa e se anche ne facesse non lo userei per quello, mi piace usare la macchina fotografica per quello, insomma mandare un sms ad un po’ di conoscenze pargolomunite(O quasi).

“Ciao, sono in coda alla cassa del **** mentre giravo per gli scaffali incappavo continuamente in gente con pargoli nei carrelli. Ad un certo punto per ridere ho domandato in che reparto si prendevano.”

Replica della quasi pargolo munita:

Aspetta un poco che poi te lo spiego io!

Replica di altre:

Ma sono in saldo?

Ma Hai chiesto anche quanto vengono al chilo?

Vai a far la spesa di sabato? Mi piglieresti mica una cosa che ho scordato ieri? Non pargoli grazie!

Alle volte tremo all’idea di averti come vicina alla cassa.Mi immagino le tue descrizioni della sottoscritta mentre tenta di pagare con una mano, con l’altra ritiro la merce, con un piede trattengo il carrello che il pargolo che ben conosci sta tendando di mandare contro la vetrina e… cacchio ci fai li con in una mano la macchina fotografica e nell’altra il blocchetto degli appunti? Aiutami, serpe!

(Ok una sola delle mie amiche è lunga come me nelle repliche, ma mi hanno fatto volare l’attesa! E sì… ho chiesto loro il permesso prima di pubblicare le loro repliche!)

Annunci