Home

Le Streghe

Lascia un commento

NonsoloElasti

Allora qui ci va un po’ di storia introduttiva, di solito le foto le metto all’album, ma queste sono solo un assaggio.
Cliccando sul titolo dovreste arrivare nella pagina dell’album che per qualche giorno lascerò in pace.

Nota per chi ha una connessione lenta, sono molte fotografie quindi ci vorrà una vita perchè si apra tutta la pagina.

Mentre ero in vacanza mi sono imbattuta in una pizzeria all’aperto che aveva un insegna curiosa, qui sotto uno stralcio, dovete sapere che sia su IOL(italiansonline) che sul MB di JAG si parla di streghe ed apprendisti tali…
Poi su certi blog, un rientro fresco fresco nella barra a sinistra dovrebbe rendere l’idea… Vero B.Stevens?

Quindi quando ho visto la prima volta quella pizzeria il pensiero da brava malata è andato nell’ordine al trio delle stregasse di IOL, che ora mi sa non sono più solo un trio, ma a loro tre ho pensato(fischiato le orecchie gente?)
Poi, ma diciamo in contemporanea, alle apprendiste della Strega Maestra e alla SM stessa(con immutato affetto per tutte loro, e via di acufeni anche qui)

Ed infine, eh sì B.Stevens sei arrivata ultima, ma quando ieri sera ho visto che avevi riaperto il blog non ho potuto che gioire del ritrovarti, e non ho mancato di far fischiare anche le tue di orecchie.

La cosa mi ha fatto sorridere, NONSOLOELASTI mi veniva in mente spesso… si spesso perchè, guardate la fotografia seguente…

Esatto, li ero a Toirano, avevo appena visitato le grotte…quando ecco che nel paese mi sbuca davanti un ristorante con il medesimo nome, va bene li è singolare sopra era plurale, ma va bene… probabilmente in tutta Italia sarà pieno di posti con nomi simili, però io non vado moltissimo in giro, ok… diciamo che non sono una buona osservatrice e quindi anche quando lo faccio magari qualcosina mi sfugge, più di qualcosina…

Dunque se durante agosto alle mie conoscenze virtuali e non solo, son fichiate le orecchie, niente paura ero solo che io ogni tanto vi pensavo.

Io mi sono persa i fuochi di artificio di ferragosto, ma e qui mi sa che una di loro streghette ha pensato a me, son stata informata per tempo che c’erano i fuochi di Loano per la festa delle Streghe.

Altra fischiatina, vero?
Vado presto alla passeggiata di Loano, non vedo la sfilata.
Cioè la vedo passare, ma per fare delle belle foto mi dovrei avvicinare e perderei la mia postazione sul mare per fotografare i fuochi… quindi foto da lontano.

Questa la versione originale della foto, ridotta per la rete…

Qui il dettaglio!

altre due foto al mangiatore di fuoco…

E per i fuochi vi rimando a cliccare sul titolo!
Niente effetti sonori, l’inizio è un po’ così, per non predermi lo spettacolo non guardavo quando scattavo, avevo semplicemtente messo la macchina fotografica nella posizione e la spostavo di poco quando mi pareva di azzeccare la posizione, e confesso che pensavo di non vederne uno che fosse uno…invece sorpresa!

Ho lasciato anche alcuni spazi neri…quando lo scatto partiva a fuoco ormai morente, ho messo alcuni fuochi in versione corretta da me e in versione originale.

E una sorpresa fuori stagione nel finale.
Se qualche fotografia vi dovesse piacere, non solo dei fuochi, e la volete in versione originale, non per web che come qualita è scarsa, ma proprio la foto con tutti i suoi pixel originari, scrivetemi a wjag@libero.it che ci mettiamo d’accordo per spedizione via mail, gratis.

Ah sì… non è finita qui…ho parlato delle Grotte e di Toirano, ma quelle foto ve le passo tra un mesetto circa, son lenta nel sistemarle.
Ci stanno anche Alassio, Andora, Albenga… AAA sale in zucca cercasi, il qui presente marinaretto lo ha perso tra i flutti.

Annunci

L’inizio!

Lascia un commento

Arrivate dalla Tana?
Allora buona visione, se da la non siete passati, fateci un salto cliccando sul titolo.
Ci sta la spiegazione per quello che vi accingete a guardare.
Buona visione.
Se preferite guardare senza spiegazioni fa lo stesso, ma di la ho messo un paio di scatti speciali, che facevano parte della festa di Loano.
































Erano parecchi, ma qualcuno mi è sfuggito…

Lascia un commento














Originale, e poi modificata…






Come prima…








































































Il gran finale.

Lascia un commento

















Inclinazioni…
Alcuni dei fuochi avevano un effetto curioso se inclinavo le fotografie, so che mancano ben tre mesi, ma secondo voi dovevo tenermi la scoperta per il mese di dicembre?

E no, per gli auguri di Natale è ancora presto, ma almeno si farà due risate quella mia collega che al rientro delle ferie ha esordito con un: ora aspetto Natale… visto te ne ho servito un po’ in anticipo!

E io invece mi sto godendo anche il rientro, nonostante tutto, ma dipende anche molto da come si son passate le ferie.

Ora, dopo queste foto ritoccate mi sarà molto più difficile criticare chi espone le decorazioni natalizie con troppo anticipo!

Precisione ligure

Lascia un commento

Era all’esterno di una macelleria, ora vi risparmio il dettaglio del prezzo, che vi sia una taglia sulla mia testa l’ho scoperto solo il giorno della fotografia.

Ditemi una cosa, non potevano mettere solo conigli? Perché precisare piemontesi? Manie di persecuzione le mie? Sicuramente.
Però devo aver fatto ridere il garzone della macelleria mentre scattavo la foto. Mica gli ho spiegato a che mi serviva… ci tenevo alla pellaccia!
Parola di Rabb-it

Un Lunedì

Lascia un commento

Intitolare di mercoledì un post lunedì ha un che di masochistico, ma quando ho scritto quel post era lunedì…Esatto proseguo con il raccontarvi agosto, masochismo al quadrato, anzi sadismo nei confronti di chi non ha fatto le ferie, visto che per me son bei ricordi.

22.52
Un Lunedì

Ci risiamo con i salti.
Va bene che son coniglio, ma due salti di tensione nel quartiere – dove sto in vacanza- in due differenti serate, iniziano a… farmi divertire.

Vi spiego, la prima sera che è successo eravamo pronti per uscire, quasi tutti, e noi sprinter abbiamo deciso di aspettare le tartarughe, scherzo lo sapete, è stata la fortuna del turno in bagno prima, questione di f…ondo!

Nell’attesa abbiamo fatto parte del gran numero di persone che stavano sui balconi, di solito deserti a quell’ora.
Una ragazza da uno dei pontili vicino il mio ho esclamato: “Mai vista tanta gente al balcone come stasera!”
Replica a stretto giro di posta: “Forse eri te che le altre sere eri già fuori a divertirti, o dentro a guardare la Tv!”
Risate.
Io e la ragazza ci siamo scambiate uno sguardo, alcune persone sono rientrate, forse avevano una coda di paglia -la TV- accesa da spegnere.

Torna la luce, accolta da esclamazioni di giubilo, onestamente l’ho trovato un po’ esagerato, però non facciamo in tempo a scendere le scale ed è partita di nuovo, passiamo davanti ad uno dei bar, e il gestore sta chiamando l’ente perché il problema si è ripresentato.
Ignoro tuttora che problema ci fosse, ma la corrente sarebbe tornata solo oltre un ora dopo.
Almeno stando a quanto mi ha detto un vicino, noi si era a zonzo.

Due giorni dopo, si replica, nessuno che ha voglia di andare a spasso, gli amici un po’ scazzati decidono di uscire, io no.

Avevo la batteria del portatile carica, due ore di assoluta autonomia.
E tra un ripristino di corrente e l’altro ho approfittato dell’assenza dei barbari per spazzare bene il pavimento, e anche lavarlo, con su le cuffie, oh sì lavaggio pavimenti a tempo di musica!

After All – Always – At last – Don’t know why – Every time you go away – Smooth – I will survive – Written in the stars – Hero – From Sarah with love – What I need – There you’ll be... decisamente il lavaggio pavimenti tra un salto e l’altro parlava, pardon cantava inglese!

Quando gli amici mi hanno chiesto, usando gli sms, se la corrente fosse tornata ho fatto finta di cascare dalle nuvole: Perchè era andata via?
Repliche, in corsivo le mie risposte:
Sei fuori?
Sul balcone, come lo sai?
Non era quello che intendevo e lo sai.
Allora è COME e non SUL…
Brava, afferri sempre esatto! Ora esci, o ti veniamo a prendere.
Sì, signore!
Stavi lavorando a qualcosa che riguarda JAG?
Più o meno, avevo le musiche dei video nelle orecchie.

E io mi chiedo: perchè i miei amici mi conoscono così bene? Li raggiungo.

Quando siamo rientrati dei pavimenti puliti manco se ne sono accorti, tranne la mattina dopo, quando uno di loro se ne esce con un: “ma io ieri mi ricordavo di aver sporcato e ho pensato che avrei pulito oggi.”
(pigrone, la spugna era a due passi dal fornello)

E la truppa al completo girandosi verso di me: E così eri stata tutta la sera al PC, vero?

Scrollando le spalle ho citato il solito House: Tutti mentono!

Risate.

Tanto lo sanno che non ci devono fare l’abitudine, io detesto i lavori domestici, ma con la musica nelle orecchie è tutto più facile.
Dovrei suggerire al mio datore di lavoro di fornirci di filodiffusione, lavoreremmo più volentieri.
Voi non credete?
E quando mai ad un datore di lavoro interessa che chi lavora lo faccia volentieri?
Già, meglio che taccio.

Potrei finire alla brace, che già in vacanza mi hanno fatto prendere un colpo.
Andate all’album* e ne capirete la ragione.

*Arrivate diretti nella pagina in questione cliccando sul titolo.