Alcuni giorni fa mi son lamentata di un lavoro di squadra non andato a buon fine.

Sicuramente a chi ha lavorato con me non ha fatto piacere leggerlo.

Visto che solo la sera precedente le avevo detto che era perfetto.

E’ assurdo da capire, ma io sono assurda.

Però il fatto che io me la sia presa per alcune cose, esagerazioni mie o meno non importa, non implica che non pensassi davvero che il prodotto che avevamo creato insieme fosse venuto comunque benissimo.

E in gran parte per merito suo, che filtrava molto della mia irruenza.
Oh sì, merito suo.

Non ho alcun problema a riconoscere i meriti a chi li ha.

No, non mi sto scusando per vedere il lavoro pubblicato, è venuto bene e tanto mi basta.

Mi sto scusando pubblicamente con lei, perché non si sa mai che ho fatto capire chi era senza volerlo, perché l’ho accusata in maniera pubblica e pubbliche devono essere anche le scuse.

Magari la prossima volta conto fino a dieci prima di dare invio…

Annunci