Oggi primo del mese vado a fare un poco la fila all’ufficio postale, non è nemmeno stata particolarmente lunga, forse perché ho avuto un divertente diversivo dalla semplice attesa.
Prima di me è passata una mamma con pargolo in passeggino, era fuori dall’ufficio che teneva buono il bambino in attesa che chiamassero il suo numero, dopo pochi istanti avrei capito la ragione dell’attesa fuori, appena visto che la mamma non gli badava, il piccolo ha dato dimostrazione sonora di polmoni in ottimo stato.
La madre ha cercato in tutti modi di calmarlo, anche tenendolo in braccio mentre compilava i moduli, ma non c’era verso, lo ha rimesso nel passeggino sperando di fare più in fretta possibile, e intanto da diverse persone presenti si sollevavano mormorii.
“Ma senti come grida.”
“Ma guarda te…”
Io mi sono messa vicino al bambino, scusandomi con la madre, ho detto al piccolo:
“Hey, hai acceso la sirena?”
Il pargolo mi ha guardato con gli occhi spalancati, chi è sta tizia?
Aveva appena gettato a terra un foglio di carta che la madre gli aveva dato per giocare, l’ho preso e ho iniziato a dargli una forma diversa, nelle mie intenzioni c’era di fare un aeroplanino di carta, ma non sono molto brava con le mani, e il risultato era…oddio era perfetto, il piccolo era molto divertito dalla mia spiegazione, e non piangeva più!
Io mi divertivo molto meno, sentivo gli sguardi degli altri su di me e avrei voluto sprofondare.
Ma ormai mi ero lanciata nella recitazione della baby sitter per caso, e sono andata avanti a tenerlo buono finché la madre non ha finito, quando ho preso il suo posto, dopo toccava a me, le ho chiesto scusa di essermi avvicinata, sapete la privatezza era stata bellamente violata, anche se io non mi sono certo messa ad ascoltare cosa stava dicendo.
Lei invece mi ha ringraziato, un sorriso al piccolo, e poi non paga mi sono presa anche i ringraziamenti dell’impiegato della posta, pare che la poverina avesse avuto il medesimo problema anche il giorno prima, ma nessuno ha pensato a darle un soccorso, banale, come giocare un attimo con il piccolo.

Una cosa per me scontata, come guardare prima di attraversare la strada, non è poi così scontata in fondo.

UH… devo andare ad iscrivermi nelle girl scouts dopo questa buona azione?

naaaaaa