In realtà la terza lezione non ha ragion d’essere, a parte che è l’una di notte e sono davanti al mio programma di posta per mandarmi una mail al mio blog.

Cavolo che tristezza, ho appena scritto che MI mando una mail.

La cosa giusta da dire era che stavo scrivendo sul mio blog, ma non mi pareva corretto, non sono nella pagina html di blogger, non sto combattendo contro codici strani che non so mai come usare, devo solo scrivere.

Come mai allora il terzo capitolo del farmi male da sola?

Forse perchè volevo chiudere la storia entro giugno e mancano solo due giorni.

Forse perché oggi al lavoro il numero TRE è tornato più volte a far capolino, e mi ricordavo che ero arrivata al capitolo due.

Forse, farei meglio ad andare a dormire, ma lo pubblico lo stesso il delirio notturno.

Altrimenti che ne è della mia nomea di impulsiva?

Ho un nome da difendere, anzi un soprannome: Fiammifero!

Per la velocità nelle accensioni!

L’altro è logorroica… e non devo spiegare a nessuno mai da dove arriva, è fin troppo evidente.